Home Economia Personale Annullare o Revocare un Bonifico Bancario. Tempi e Modi. Online o allo...

Annullare o Revocare un Bonifico Bancario. Tempi e Modi. Online o allo Sportello

Annullare o Revocare un Bonifico Bancario. Tempi e Modi. Online o allo Sportello

Il bonifico è uno strumento tracciabile sempre più utilizzato dalle persone anche perché si tratta di un servizio che ora molti istituti rendono disponibile anche mediante piattaforme e sistemi di pagamento quali le carte ricaricabili con IBAN (le quali, spesso, hanno un conto associato di tipo moderno n.d.r.).

Il Bonifico. Mezzo Utile, Legale, ma Occhio agli Errori

Si tratta di un mezzo molto utile e utilizzabile per inviare pagamenti, denaro o svolgere e risolvere transazioni tra privati, tra pubblico e tra aziende in base alla natura determinata nella stessa causale.

Può accadere, però, che il bonifico sia sbagliato, errato e che chi lo dispone voglia annullare o revocare quest’atto che, lo ricordiamo, solitamente non comporta un passaggio di denaro in tempo reale (quindi sussiste il tempo necessario, spesso e volentieri, all’annullamento mediante i mezzi idonei e quelli più complicati).

Se vogliamo annullare un bonifico, per prima cosa, occorre seguire le modalità di cancellazione e revoca adoperando lo strumento attraverso il medesimo canale utilizzato per la disposizione.

In parole più semplici, se abbiamo inviato il bonifico utilizzando l’Home Banking, una App o qualsivoglia strumento online, dobbiamo cercare di annullarlo utilizzando i canali digitali. Viceversa, se abbiamo disposto un bonifico allo sportello, è meglio recarsi alla sede fisica della banca.

Annullamento e Cancellazione Bonifico Possibile. I Tempi del Recall

Annullare o revocare un bonifico è possibile; tale procedura viene chiamata con il termine anglosassone “recall”. Occorre, però, fare presto e disporre il blocco prima possibile per evitare che il denaro arrivi a destinazione (in senso non letterale, ma inteso come elaborazione del processo di bonifico).

La legge che regola il recall è il Decreto Legislativo n° 11 del 2010 la quale ricorda che “il consenso può essere revocato in qualsiasi momento”. Occorre, però, fare in fretta e disporre la revoca, come ricorda l’articolo 17 dello stesso Decreto, prima che il pagamento arrivi al prestatore di servizi del pagatore, divenendo irrevocabile.

Una volta che il denaro arriva sul conto corrente del beneficiario, non è più possibile annullare il bonifico disposto.

Se nel passato occorrevano anche più di 5 giorni lavoratori per elaborare un bonifico, oggi le tempistiche, grazie a nuovi protocolli, sono molto più brevi e spesso il denaro arriva il giorno successivo se sono coinvolti conti correnti della stessa nazione (diversamente se il bonifico ha destinazione un conto estero, come si può verificare dall’IBAN di riferimento, ossia le prime due lettere che ricordano il paese).

Occorre annullare un bonifico, dunque, entro poche ore dopo averlo disposto. Altrimenti, se il bonifico arriva e viene recepito dall’ente di chi lo ordina, non si può tornare indietro.

Vediamo le differenti procedure, online e allo sportello.

Come Annullare un Bonifico Online

Se dobbiamo annullare un bonifico online, dobbiamo utilizzare la medesima piattaforma usata per disporlo entro poco tempo, come abbiamo già detto. Entriamo nella gestione del nostro conto corrente, da un device idoneo e compatibile all’utilizzo degli strumenti online e verifichiamo le voci “Ultimi Bonifici” avendo cura di controllare che il bonifico non sia già stato accreditato.

In caso risulti ancora in fase di elaborazione o simile, troveremo un tasto o un’opzione disponibile con la dicitura “Cancella”. Basterà utilizzarla per effettuare l’annullamento, fermo restando la diversa architettura e le procedure previste dai differenti istituti bancari.

Come Revocare allo Sportello

Se vogliamo revocare un bonifico allo sportello bancario, dovremo recarci presso una sede fisica della nostra banca e chiedere al funzionario l’annullamento del bonifico disposto poco prima.

Questi procederà a cancellare l’operazione, fatti salvi i tempi e le procedure possibili secondo quanto disposto dal contratto con la stessa banca.

Cosa Fare se il Bonifico non può Essere Annullato. Recuperare il Denaro

In caso il bonifico non sia più annullabile, esempio se il tempo trascorso è stato troppo lungo, possiamo comunque agire in diversi modi. In primis, possiamo contattare il beneficiario e richiedere la restituzione della somma versata; la legge prevede che, in caso una persona destinataria di un pagamento non sia legittimata a percepirlo, questa debba restituire la somma indebitamente accreditata.

La legge preserva tali dinamiche e le prescrive dopo molto tempo: è possibile, infatti, richiedere indietro una somma disposta tramite bonifico sbagliato entro 10 anni dall’operazione o dall’ultima diffida spedita a questo soggetto.

Il beneficiario del bonifico, in caso non gli spetti il denaro, rischia infatti anche sanzioni penali se non lo restituisce a esplicita richiesta. L’articolo 646 del Codice Penale norma, infatti, questi casi specifici e stabilisce che “incorre nel reato chi, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria del denaro o della cosa mobile altrui“.

Si tratta di un reato molto grave perché prevede fino a 3 anni di reclusione e fino a 1.032€ quale sanzione amministrativa.

Per richiedere la restituzione, possiamo contattare informalmente la persona destinatario del bonifico sbagliato e, nel caso di mancata restituzione, dobbiamo inviare diffida tramite raccomandata. Infine, occorre rivolgersi a un giudice denunciando il comportamento doloso.