Home Sport Antonio Cassano sta dalla parte di Giorgio Chiellini

Antonio Cassano sta dalla parte di Giorgio Chiellini

Antonio Cassano

Recentemente il Capitano della Juventus Giorgio Chiellini ha pubblicato la sua autobiografia, intitolata semplicemente Io Giorgio, dove oltre a raccontarsi al suo pubblico si è voluto anche togliere qualche sassolino dalla scarpa su Felipe Melo e Mario Balotelli, com’era prevedibile le sue dichiarazioni hanno scatenato un autentico vespaio.

In aiuto del difensore bianconero nero è arrivato sicuramente il più improbabile degli alleati, ovvero l’ex attaccante Antonio Cassano, il quale non ha esitato un solo istante a schierarsi con il numero 3 della Vecchia Signora, prendendone in questo modo letteralmente le difese.

 

Antonio Cassano prende le parti di Chiellini

Sicuramente nessuno si sarebbe mai aspettato di vedere, o meglio sentire, Antonio Cassano difendere un giocatore della Juventus (squadra per cui lui stesso ha ammesso di provare ben poca simpatia), ovviamente però si è trattato di prendere le parti dell’uomo e non del calciatore, in quanto Giorgio Chiellini è finito nell’occhio del ciclone a causa delle sue parole contro Felipe Melo e Mario Balotelli.

Ecco cosa ha detto Antonio Cassano su Instagram: “Non conosco Felipe Melo, conosco Mario, lui è un bambino, è un bravo ragazzo, non so a cosa si riferiva Chiellini. Ho un enorme rispetto per Giorgio, è un ragazzo intelligente, capisce di calcio, in campo era da ammazzare perché ti menava, ma fuori dal campo è una grande persona, è uno dei più intelligenti e bravi che ho conosciuto in questo mondo e se ha detto quelle cose avrà le sue ragioni. (Poi riferendosi a Balotelli) Con Mario sono stato pochi anni in Nazionale, con Chiellini una decina, è bravo, intelligente ed educato. (Proseguendo ha elogiato anche Andrea Agnelli) La Juventus come sapete non mi sta simpatica, ma per quello che ha fatto tanto di cappello, dice sempre cose giuste, ha fatto lo stadio e ha reso la squadra una delle più importanti del mondo. (Alla fine ha concluso parlando della possibile, forse addirittura utopistica, idea di voler riprendere il Campionato di Serie A) È una follia, sono venuti fuori tantissimi positivi, come fai?“.