Home Economia Personale Condizionatore. Segreti e Consigli per Stare Freschi senza Spendere Troppo

Condizionatore. Segreti e Consigli per Stare Freschi senza Spendere Troppo

Condizionatore. Segreti e Consigli per Stare Freschi senza Spendere Troppo

Il caldo è arrivato e con l’arsura la voglia di stare un po’ più freschi anche grazie alla tecnologia disponibile e ai condizionatori che abbiamo installato nelle nostre case, ovvero quelli semovibili.

Cercasi Refrigerio

Purtroppo, se la temperatura diventa insopportabile, è anche vero che in un momento soprattutto così critico e difficile, occorre dare un occhio anche alle bollette perché siano poi sostenibili dal budget familiare.

Avere un ambiente refrigerato e temperato, inoltre, è una condizione indispensabile per quelle persone anziane, ovvero tutte quelle che necessitano di particolari fattori di benessere per non trascorrere la giornata boccheggiando o incorrere in problemi di salute anche gravi.

Aumento Bollette

Secondo quanto registrato dall’Associazione dei Consumatori Codacons, però, occorre fare attenzione sulle bollette. Da ottobre 2019 fino ad oggi, la bolletta della luce è aumentata in media di +2,6% e quella del gas addirittura di +3,9% anche se su questi aumenti incide il lockdown. Per venire incontro agli italiani, il Governo ha adottato alcuni provvedimenti e l’Autorità per l’Energia e l’Ambiente (acronimo ARERA) ha calmierato un po’ i prezzi proprio per non gravare troppo sulle tasche degli italiani, dandogli un po’ di respiro.

Consigli e Trucchi per Ridurre i Consumi e la Spesa

Ciò nonostante, è normale che nei prossimi mesi estivi il consumo di elettricità aumenterà in ragione dei tanti condizionatori che inizieranno a funzionare e questo si rifletterà sulle bollette da pagare. Occorre, dunque, fare attenzione e ottimizzare consumi con prestazioni energetiche seguendo alcuni consigli e rapidi trucchi.

La Scelta Preventiva e l’Investimento sul Futuro

Come ricorda il Corriere, in primis bisogna prevenire. Se ancora non l’abbiamo fatto, pensiamo se investire e sostituire il nostro vecchio condizionatore con un nuovo modello super tecnologico, che sia di classe “A”, “A+”, oppure “A++”. In questo modo ridurremo i costi a parità di refrigerio e lo faremo per gli anni a venire.

Se pensiamo di non potercelo permettere, ricordiamoci la possibilità di detrarre fiscalmente i costi dell’acquisto al 50% o addirittura al 65% se scegliamo quelli con tecnologia inverter, apparecchiature che sono veramente “smart” perché è possibile regolarne la potenza ottimizzando consumi e tempistiche di accensione e spegnimento quando occorre.

Impariamo a Utilizzarli in modo ottimale

Un trucchetto utile, inoltre, riguarda l’utilizzo che facciamo di questi apparecchi. Se possibile, differenziamo la modalità giorno e notte a seconda di quanto più ci serve e seguiamo tutte le regole specifiche per migliorare la circolazione dell’aria fredda, posizionando questi apparecchi soprattutto nella parte alta delle pareti.

Sempre se possibile, ingegnerizziamo un vero e proprio sistema di raffreddamento ottimizzato, installando un condizionatore in ogni stanza e utilizzandolo se e quando occorre: se scegliamo, come fanno molti, di usarne uno solo e lasciare le porte aperte, non otterremo lo stesso effetto e sprecheremo molta più energia, a dispetto della minor spesa iniziale.

Tutti i Fattori da Considerare

Quando sentiamo caldo e ci sentiamo oppressi dall’ambiente che circonda, inoltre, non dobbiamo commettere l’errore di ritenere che la temperatura in casa sia il solo fattore critico: bisogna considerare anche il tasso di umidità.

A parità di temperatura, un maggior tasso d’umidità fa percepire il calore in modo amplificato rispetto ai reali gradi centigradi. Proprio per abbattere questo fattore, utilizziamo la funzione “deumidificatore” nei condizionatori, oppure acquistiamoli e facciamoli funzionare in casa: in questo modo abbatteremo i costi del consumo energetico ottimizzando la dinamica e ottenendo un risultato migliore sotto il punto di vista del comfort.

Scelta del Provider e Cambi

Altro punto su cui occorre porre l’accento, riguarda la scelta del provider, del fornitore di energia elettrica. Se e quando possiamo, cerchiamo di aderire alla miglior tariffa possibile presente sul mercato libero, magari utilizzando i famosi motori di ricerca presenti in rete, tra cui uno addirittura pubblico e istituzionale (qui lo trovi, insieme alle istruzioni che spiegano come utilizzarlo).

Se abbiamo delle esigenze particolarmente focalizzate, scegliamo tariffe monorarie con prezzo bloccato ovvero cambiamo operatore aderendo ai vari bonus di benvenuto e gli incentivi presenti per i nuovi clienti, esempio degli sconti; ovviamente tutto stando attenti a soppesare costi per il cambio con benefici, al netto di tutto questo.

Ottimizzare il Fabbisogno e il Consumo Energetico

Dulcis in fundo, ottimizziamo l’utilizzo e il fabbisogno energetico globale della casa. Nella nostra dimora ci sono anche altri elettrodomestici e bisogna fare attenzione a come li si usa, non solo nella scelta della classe energetica al momento dell’acquisto. Non bisogna mai lasciarli in stand by perché consumano energia in ogni caso, usiamo la funzionalità di “risparmio energetico” se disponibile e quando serve, inoltre alterniamo l’utilizzo tra giorno e notte di tutti i congegni elettrici che ci servono.

Un pizzico di attenzione in più per goderci quest’estate senza il pensiero anche del budget e della sostenibilità di spesa.