Home Assicurazioni Assicurazione Atti Vandalici: quanto costa e cosa copre

Assicurazione Atti Vandalici: quanto costa e cosa copre

Assicurazione Atti Vandalici quanto costa e cosa copre

Al giorno d’oggi per mettere in sicurezza la propria automobile oltre a sottoscrivere la classica RCA, che tra l’altro è obbligatoria per Legge, si può decidere di attivare alche l’Assicurazione Atti Vandalici, una delle garanzie accessorie della RCA. Ma quanto costa e cosa copre? Scopriamolo insieme in questo articolo.

 

Quanto Costa: da cosa dipende il prezzo

Di per sé sapere quanto costa precisamente l’Assicurazione Atti Vandalici non è possibile, in quanto il suo prezzo è dato da tutta una serie di fattori che automaticamente fanno salire il premio annuale dovuto alla Compagnia Assicurativa.

Nello specifico, per stabilire quale prezzo si paga per implementare nella propria RCA la Garanzia Aggiuntiva degli Atti Vandalici si guarda:

 

La zona di residenza

Per essere più precisi viene attentamente controllato se nella zona in cui si abita si può verificare la cosiddetta incidenza di eventi sociali a carattere doloso, ovvero la Compagnia di Assicurazione valuta se è presente troppa criminalità.

 

Il luogo dove abitualmente viene parcheggiata l’automobile

Ovvero se durante la sosta notturna la propria auto viene lasciata in strada oppure in un garage, perché nel primo caso ovviamente la polizza avrebbe un costo decisamente più alto rispetto all’eventualità in cui, il veicolo, sia parcheggiato in rifugio sicuro.

 

Il valore dell’auto e delle riparazioni eventuali che questa richiede

Un altro aspetto che, esattamente come i due citati sopra, va a determinare il prezzo finale di quanto alla fine viene a costare l’Assicurazione Atti Vandalici.

 

Possibili Limitazioni

Inoltre, è anche molto importante sapere che con questo tipo di polizza assicurativa sono presenti alcune limitazioni che è opportuno tenere ben presente e, nello specifico riguardano:

 

Franchigia Minima

Non solo il proprietario non deve avere nulla a che fare con le azioni dolose contro il proprio veicolo, ma la Franchigia fissata al momento della stipula del contratto rappresenta l’importo minimo che fa scattare, automaticamente, il rimborso del danno subito.

 

Massimali

Ovvero l’importo massimo che l’Assicurazione pagherà per il risarcimento, questi sono da controllare quando si stipula il contratto con la Compagnia Assicurativa ma comunque è possibile modificarli anche in seguito, in quanto basta rivolgersi al servizio clienti.

 

Cosa Copre

Forse non tutti sanno che quando si decide di stipulare un contratto per l’Assicurazione Atti Vandalici, questa copre tutti gli eventuali danni accidentali che possono essere causati al proprio veicolo, per avere diritto al rimborso però l’atto vandalico deve essere di natura generica.

Ovvero, per fare un paio di esempi pratici e semplici all’assicurato spetta il risarcimento nel caso in cui:

  • Il veicolo venga rigato da terzi con l’utilizzo di una chiave e/o un cacciavite
  • La carrozzeria dell’automobile, sempre da terzi, venga rovinata in qualunque modo (tipo un’ammaccatura) intenzionalmente

Però bisogna tenere bene a mente che nel caso di danni causati da eventi sociopolitici, come manifestazioni e/o sommosse popolari, l’Assicurazione Atti Vandalici non prevede nessun tipo di risarcimento in quanto esiste una Garanzia Aggiuntiva apposita. Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche per quanto riguarda i danni atmosferici (ad esempio la grandine).

Sostanzialmente, la polizza per Atti Vandalici serve a coprire solo ed esclusivamente tutti i danni, intenzionali, che vengono causati al proprio veicolo da ignoti, singoli oppure da un intero gruppo di facinorosi. Inoltre, si ha anche diritto al rimborso quando il proprio mezzo di trasporto (autoveicolo e/o motociclo) viene interamente distrutto, o i vandali abbiamo danneggiato le parti elettriche e/o meccaniche dello stesso.