Home Assicurazioni Assicurazione Auto Storica: come funziona e quanto costa

Assicurazione Auto Storica: come funziona e quanto costa

Assicurazione Auto Storica come funziona e quanto costa

Come tutti ben sappiamo per poter circolare su strada con il proprio veicolo è obbligatorio avere stipulato una polizza RC e, ovviamente, questo principio vale anche per chi è in possesso di un’Auto Storica. Ma come funziona l’assicurazione in questo caso specifico? E quanto costa? Scopriamolo insieme in questo articolo.

 

Differenza Auto Storica e Auto d’Epoca

La maggior parte delle persone, generalmente, tende a pensare che un’Auto Storica e una d’Epoca di per sé siano la stessa cosa, ignorando però che in realtà tra questi due veicoli esiste una sostanziale differenza, ovvero:

 

Auto d’Epoca

Non essendo registrate presso il PRA (Pubblico Registro Automobilistico) non possono circolare liberamente sul suolo pubblico, in quanto grazie al rilascio di speciali permessi hanno solo facoltà di partecipare ai Raduni Pubblici, quindi sostanzialmente sono auto da collezione.

 

Auto Storiche

Sono una categoria di veicoli che possono circolare su strada in quanto sono registrati al PRA e, per essere classificati come mezzi Storici devono essere passati 20 anni dalla data della loro prima immatricolazione, inoltre per attestare la loro idoneità è anche necessario che siano regolarmente iscritti all’ASI (Auto Storiche Italiane).

 

Come Funziona

Quando si stipula un Contratto Assicurativo per un’Auto Storica, è bene sapere che questo presenta alcune caratteristiche completamente diverse rispetto a una Polizza RCA classica e, nello specifico sono:

  • La presenza di una sola classe di merito, che rimane sempre uguale anche in caso d’incidente in quanto non esiste la formula del Bonus Malus
  • Il costo del Premio Annuale dovuto alla Compagnia Assicurativa non aumenta nemmeno nel caso in cui venisse aggiunto un secondo conducente
  • L’assicurato deve avere un’età minima di 23 anni

 

Quanto Costa

Alcune Compagnie Assicurative, per agevolare i propri clienti, propongono la formula garage a chi possiede una collezione di Auto d’Epoca che, con un pagamento molto inferiore, consente di poter assicurare più veicoli (che solitamente vengono utilizzati in alcuni contesti specifici) e, volendo per risparmiare  ancora qualche euro sul Premio Annuale si può anche stipulare una Polizza Temporanea.

Inoltre, stipulare un’Assicurazione per un’Auto Storica presenta anche un ulteriore vantaggio che riguarda il suo costo sostanzialmente più basso rispetto a una Polizza normale, infatti generalmente si paga circa il 70% in meno e nonostante non esista un prezzo fisso per il Premio Annuale questo si aggira intorno ai 100/200 euro.

 

Bollo Auto Storiche

Tra l’altro è anche bene ricordare che in base a quanto stabilito dalla Legge di Stabilità, anche per le Auto Storiche è obbligatorio pagare la Tassa di Bollo (il cui costo varia da Regione a Regione e con scadenza annuale, che deve essere versata entro e non oltre l’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza), con la sola eccezione di alcune Regioni dove si è esenti, ovvero:

  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Lombardia

La decisione di introdurre il Bollo sulle Auto Storiche è stata dettata dall’esigenza di contrastare i cosiddetti finti collezionisti, ovvero quelle persone che approfittavano delle svariate agevolazioni che comportava possedere un veicolo con più di 20 d’età e, circolare con dei veicoli che sostanzialmente erano solo vecchi.