Home Assicurazioni Assicurazione Bici Elettrica: quando è Obbligatoria e quando Conviene

Assicurazione Bici Elettrica: quando è Obbligatoria e quando Conviene

Assicurazione Bici Elettrica

Tra i mezzi più acquistati e utilizzati al giorno d’oggi il primo posto è occupato dalla Bici Elettrica, in quanto grazie al suo piccolo motore (che stabilisce una velocità e garantisce un’assistenza di pedalata massima calcolata in watt), permette di percorrere delle strade impervie con il minimo sforzo. Ma perché assicurarla? E quando conviene?

Quando è Obbligatoria

È molto probabile che non tutti, o comunque la maggior parte delle persone, non sia a conoscenza del fatto che esistono ben due categorie di Bici Elettrica:

Bici Elettrica a Funzionamento Autonomo

Rientrano in questa categoria quei velocipedi che possono raggiungere una velocità superiore ai 25 km/h, mentre l’assistenza massima di pedalata garantita è compresa tra i 501 e 1000 watt. Inoltre, per poter circolare su strada non solo occorre avere l’apposita targa gialla, infatti bisogna essere muniti di patentino,  di casco protettivo, di specchietto retrovisore e di luce fissa, oltre ovviamente a non poter superare i 45 km/h. E si, in questo caso serve l’assicurazione.

 

Bici Elettrica con Pedalata Assistita

Rientrano in questa categoria tutti quei mezzi di trasporto che possono raggiungere una velocità massima di 25 km/h, dove si garantisce al ciclista un’assistenza di pedalata pari ai 500 watt.

A differenza di quanto abbiamo detto sopra, visto che si trattano di due velocipedi diversi, per poter circolare su strada non è necessario essere muniti di patentino, di indossare il casco protettivo (che comunque è vivamente consigliato), di avere lo specchietto retrovisore e la luce fissa. In questo caso l’assicurazione non è obbligatoria.

 

Perché Assicurare la Bici Elettrica

La funzione di un’assicurazione per la Bici Elettrica, esattamente come per le automobili e le moto, è quella di offrire al proprietario un’ulteriore garanzia quando si trova a circolare per strada, in quanto questo mezzo di trasporto va a una velocità maggiore di una bicicletta classica.

In questo modo infatti è possibile tutelarsi maggiormente contro i potenziali infortuni, senza però dimenticarsi che per i velocipedi è comunque caldamente raccomandato l’utilizzo del caschetto protettivo, per il quale il Codice della Strada prevede l’obbligo solo per i veicoli catalogati come ciclomotori, ovvero quelli che superano i 25 km/h.

 

Quando Conviene

Con il termine “quando conviene” intendiamo quando conviene assicurare la bici elettrica facoltativamente, ossia in tutti quei casi in cui non si ha l’obbligo di legge di assicurare la propria bicicletta. Se si è proprietari di una bici elettrica a funzionamento autonomo si è obbligati ad acquistare una polizza assicurativa e al massimo non si dovrà cercare “quando conviene” ma “dove conviene stipulare la polizza”.

Generalmente per poter assicurarsi la propria Bici Elettrica a pedalata assistita è sufficientemente accendere una polizza casa, una scelta questa non solo assennata (perché come abbiamo già detto sopra è sempre meglio avere una garanzia in più) ma soprattutto più economica, visto che in questo modo si evita di pagare una copertura supplementare.

Con questa soluzione, nel caso in cui malauguratamente si subisse un furto nella propria abitazione, la Bici Elettrica (parcheggiata dentro casa e/o in garage) verrebbe automaticamente considerata dalla compagnia assicurativa esattamente come se fosse un altro mobile, quindi nel caso fosse sottratta verrebbe risarcita.

Questo principio però si applica solo ed esclusivamente all’interno delle mura domestiche, perché se il furto della nostra Bici Elettrica avvenisse fuori (ad esempio mentre è stata parcheggiata fuori da un negozio) la polizza casa non avrebbe nessun valore. In quanto, per essere coperti anche all’esterno della propria abitazione l’ideale è attivare una copertura assicurativa completamente, ovvero il Furto semplice fuori casa.

Inoltre se si desidera assicurare la propria Bici Elettrica (e la scelta di farlo sarebbe estremamente intelligente), volendo si può anche ricorrere ad altre tipologie di copertura da implementare alla propria polizza, ovvero:

  • L’Assicurazione oggetti di valore
  • L’Assicurazione assistenza e, all’interno di questa opzione sono anche compresi la targa e il casco.