Home Assicurazioni Assicurazione Moto d’Epoca, come funziona e quanto costa

Assicurazione Moto d’Epoca, come funziona e quanto costa

Assicurazione Moto d'Epoca, come funziona e quanto costa

Esattamente come per chi possiede un’Auto d’Epoca (vedi l’articolo relativo alle polizze assicurative per le auto storiche), anche i proprietari di un Moto d’Epoca possono stipulare una polizza assicurativa a condizioni vantaggiose per poter circolare sul suolo pubblico con il proprio mezzo di trasporto. Ma come funziona nello specifico? E soprattutto quanto può costare?

 

Come Funziona

Innanzitutto, è opportuno sapere che per poter stipulare una polizza assicurativa per la propria Moto d’Epoca è di fondamentale importanza possedere dei requisiti, che nello specifico sono i seguenti:

  • Il mezzo deve avere più 20 anni, i quali vengono calcolati dalla data in cui questo è stato costruito ma, nel caso non si conoscesse questa informazione, allora viene presa in considerazione la data della sua prima immatricolazione presso il PRA (a cui deve essere ancora iscritto oggi)
  • La moto deve essere stata sottoposta a una regolare revisione, che come tutti sappiamo deve essere fatta ogni due anni
  • Il proprietario del motoveicolo deve essere tesserato presso l’ASI (e prima dell’iscrizione deve associarsi a un club), oppure in alternativa aver iscritto il proprio mezzo presso l’FMI (il registro storico) e, l’assicurato deve avere almeno 23 anni

Detto questo, è anche importante sapere che le persone che rispettano tutti i requisiti fondamentali che abbiamo elencato qui sopra non hanno nemmeno bisogno di farsi fare troppi preventivi, in quanto la stipula dell’Assicurazione per le Moto d’Epoca prevede una quota fissa data dell’anzianità e una sola ed unica classe di merito.

 

Quanto Costa la Polizza Assicurativa

Come abbiamo accennato poco sopra il premio dovuto per l’Assicurazione di una Moto d’Epoca prevede un prezzo fisso dato dell’anzianità, il quale non supera mai i 400 euro e su cui tra l’altro non è nemmeno prevista l’applicazione della formula del Bonus Malus, quindi questo vuol dire che in caso di sinistro stradale l’assicurato non pagherà un solo centesimo in più per il rinnovo della sua polizza.

Inoltre qualora si fosse in possesso di una vera e propria collezione di Moto d’Epoca, volendo il proprietario può decidere di Assicurare tutti i suoi mezzi usufruendo di un ulteriore sconto speciale, come ad esempio la combinazione automobile/moto insieme.

Come abbiamo potuto vedere i proprietari di questa tipologia di veicoli posso circolazione liberamente su strada pagando un premio assicurativo davvero molto vantaggioso e, queste agevolazioni sono date dal fatto che generalmente tutti gli appassionati non solo rispettano scrupolosamente tutte le norme di sicurezza (evitando così di adottare comportamenti potenzialmente pericolosi per sé stessi e gli altri), ma anche perché principalmente utilizzando i mezzi per:

  • Recarsi ai Raduni a Tema
  • Fare delle Passeggiate

Inoltre al momento della stipula del contratto assicurativo è anche possibile includere nella copertura più di un conducente, quindi una Moto d’Epoca può guidarla chiunque sia regolarmente in possesso della patente A. Tra l’altro, nella categoria rientrano anche:

  • Gli Scooter
  • Le Vespe 50
  • Altri motorini

Purtroppo, l’unico svantaggio, è rappresentato dal fatto che non si possono includere di default l’Assicurazione Kasko e le Garanzie Accessorie come il Furto, l’Incendio e la copertura in caso di infortunio da parte del conducente, le quali comunque volendo si possono aggiungere a parte.