Assicurazione RC Famiglia (Auto, Moto): Cos’è, Quando Inizia, Come Beneficiare della Classe Familiare. Casi di Esclusione.

Assicurazione RC Famiglia (Auto, Moto) Cos'è, Quando Inizia, Come Beneficiare della Classe Familiare. Casi di Esclusione.

Il Governo nella Legge di Bilancio 2020 ha introdotto una novità nel campo delle assicurazioni obbligatorie per circolare in Italia sui diversi mezzi disponibili che, di fatto, amplia la cosiddetta Legge Bersani, la quale già consente il medesimo fine, ma con alcune restrizioni.

Cos’è


Di fatto, si tratta di una soluzione familiare che vuole ridurre il peso del premio assicurativo sul budget delle famiglie, ovvero abbassare l’incidenza di questi costi fissi che tanto gravano sulle persone perché aumentano ciò che devono pagare sempre e comunque, nonostante non usino l’auto o la moto o altri motoveicoli presenti nel parco disponibile.

Grazie alla RC famiglia, si potrà scegliere di usufruire, nel caso sussistano le condizioni descritte dalla legge, della medesima classe di merito, la migliore, per tutti i componenti della famiglia che vorranno aderire a questa possibilità: sia sulle auto e, novità assoluta, anche sulle polizze per i ciclomotori e i motoveicoli.

La Novità

Rispetto a quanto accadeva con la Legge Bersani, dunque, si amplia la possibilità di utilizzare la medesima classe CU (Classe Unica) Bonus/Malus sia sulle automobili di proprietà dei componenti del nucleo familiare, ma anche sugli scooter e sui motocicli. Potremo utilizzare la classe maturata sulla polizza di una nostra automobile (o finanche la nostra moto o lo scooter, a seconda della migliore CU) per la sottoscrizione di tutte le polizze dei componenti del nucleo, sia per quanto riguarda ciclomotori, scooter e altre auto o mezzi.

A differenza di quanto accadeva prima, con la possibilità di usufrutto della medesima classe possibile solo sulle automobili di proprietà dei singoli elementi del nucleo familiare, ora si amplia la qualità del beneficio che tocca la cosiddetta “Responsabilità Civile” (RC appunto) sia per le Auto, sia per i Ciclomotori. A prescindere dal mezzo, potremo utilizzare la classe migliore che abbiamo maturato sino a questo momento e la più economica tra quelle beneficiate dai singoli componenti del nucleo familiare.

Quando Inizia

Gli italiani potranno iniziare a usufruire di questa possibilità per la sottoscrizione dei contratti di polizze RC future, a partire dal prossimo 16 febbraio senza soluzione di continuità. Basterà esprimere questa volontà alle varie società di assicurazioni cui vorremo richiedere un preventivo o presso le quali decideremo di sottoscrivere una polizza.

Grazie al sistema centralizzato e alla dematerializzazione dell’attestato di rischio, le società sapranno quale sia la classe CU di quella persona: basterà riportare una certificazione del nucleo familiare.

Vantaggi

I vantaggi derivanti da questa politica sono principalmente economici. Mentre, nel passato, i figli dovevano iniziare dalla 14esima classe di merito nel caso di sottoscrizione di polizze RC obbligatorie, per esempio, all’acquisto di uno scooter o di un auto, grazie alla Legge Bersani e ora alla RC Famiglia, potranno utilizzare la medesima classe bonus/malus del genitore.

Grazie a questa dinamica procedurale, gli automobilisti e i motociclisti che, ricordiamo, sono obbligati a sottoscrivere una polizza RC, potranno risparmiare un bel po’ di soldi e grazie a questo, nel breve periodo, vedremo un calo dei prezzi per quanto concerne le polizze, così come preventivato dalle strategie di Governo.

Non solo. Da questa novità emergono vantaggi indubbi derivanti dal fatto che la Legge Bersani consentisse di usufruire di questa possibilità, ovvero del passaggio di classe, solo ed esclusivamente sull’acquisto di auto nuove o usate. Grazie alla RC Familiare, potremo usufruire del beneficio anche sulle auto e sulle moto che sono già di nostra proprietà.

Dopo il 16 febbraio, all’atto della sottoscrizione di un nuovo contratto di polizza che, ricordiamo, solitamente ha durata annuale, potremo beneficiare della miglior classe di merito presente in famiglia dunque.

Casi di Esclusione

Da quest’opportunità, però, ci sono alcuni casi che sono esclusi. In primis, sarà necessario che le auto e le moto dalle quali si potrà utilizzare la classe di merito migliore siano intestate a persone fisiche. Dal beneficio, dunque, sono escluse le auto e le moto aziendali, anche utilizzate con strumenti moderni quali il fringe benefit e il noleggio a medio-lungo termine o altra forma che non sia la mera proprietà privata.

Non è tutto. La legge prevede un criterio dirimente per poter usufruire della RC Familiare, ovvero non deve essere presente nell’attestato di rischio, nessun sinistro causato con colpa (non si tiene conto di quelli nei quali non abbiamo colpa, ovvero quelli risultati con concorso di colpa, al 50/50) negli ultimi 5 anni.

Saranno esclusi tutti i nuclei familiari che hanno un solo mezzo e quelli i cui componenti risultano già tutti con la prima classe di merito. Per questi non ci sarà alcun risparmio possibile, salvo poter acquistare un nuovo veicolo e/o motociclo usufruendo della RC Famiglia purché non abbiano presente nell’attestato un incidente con dolo negli ultimi cinque anni.

Nonostante qualche escluso, quest’iniziativa, vero e proprio ampliamento della Legge Bersani, s’immette in quel meccanismo che vuole abbassare la soglia di spesa gravante sulle famiglie, il costo fisso che queste debbono pagare per usufruire di un mezzo. Dinamica già confermata degli ultimi trend e dai rilevamenti.