Home Economia Personale Auto più Veloce al Mondo Sigla Record su Circuito Privato: 490 Km/h....

Auto più Veloce al Mondo Sigla Record su Circuito Privato: 490 Km/h. Scopri Qual è

Bugatti Chiron

Si tratta della Bugatti modello Chiron, famosa in tutto il mondo per le sue prestazioni sensazionali e per le linee graffianti oltre che accattivanti. Anche questa volta la Chiron non ha fatto eccezione ed ha soddisfatto le aspettative spingendosi oltre il muro delle 300 miglia orarie (pari a 482,8 km/h), tra le prime auto nel riuscire in quest’imprese.

Per quanto concerne il record siglato, l’auto è stata lanciata a folle velocità (letteralmente dobbiamo dirlo) dal pilota inglese Andy Wallace. Nato nel 1961, questo genio del volante ha vinto numerosi titoli di durata a livello mondiale ed è stato scelto proprio per la sua specializzazione nelle corse con vetture prototipo.

Wallace si è messo nell’abitacolo preparato ad hoc ed ha guidato l’hypercar del brand francese sulla pista tedesca di Ehra-Lessien, circuito di proprietà del gruppo automobilistico Volkswagen. Il circuito è stato scelto dalla casa proprio a causa della sua peculiarità: oltre ad essere di proprietà del noto marchio tedesco, il circuito si trova a pochi passi dalla sede a Wolfsburg ed ha un rettilineo lunghissimo, pari a 8,7 km.

Rettilineo sul quale la Bugatti Chiron si è lanciata a folle velocità raggiungendo il picco di 304,773 miglia orarie durante i vari giri percorsi: ben 490,484 km/h.

Il record non è estemporaneo, ma parte da lontano: da circa sei mesi la famosa azienda francese attiva nella produzione di automobili, hypercar, ma anche treni ed altri mezzi come aerei, ha strutturato un team ad hoc per realizzare l’impresa.

Vari tecnici ed ingegneri hanno progettato, allestito, testato ed elaborato il prototipo partendo dal modello base di riferimento. In questo record c’è anche un po’ di italianità, visto che, come riporta la nota testata Top Gear, i tecnici Bugatti hanno collaborato spalla a spalla con Dallara per l’assetto (nota azienda italiana specializzata nella costruzione di automobili da competizione) e con la connazionale Michelin per definire gli pneumatici più performanti.

Il prototipo Bugatti Chiron che ha stabilito il record è stata allungato di 25 centimetri rispetto l’originale e la parte posteriore ha subito il maggior cambiamento, con un’architettura totalmente nuova: a tal fine il tetto è stato reso più filante per migliorare la resistenza all’avanzamento.

Dal punto di vista aerodinamico, i tecnici di Bugatti in collaborazione con gli specialisti di Dallara, hanno rivisto totalmente l’impianto di scarico in modo che i flussi dei gas e dell’aria non inficessero l’aerodinamica ottimale dell’auto.

A livello dell’abitacolo, gli ingegneri hanno approntato una gabbia di sicurezza per il pilota lanciato quasi a 500 km/h ed hanno svuotato totalmente l’interno adibendo la vettura al solo monoposto. Anche l’elettronica e l’assistenza alla guida hanno trovato posto in questo gioiellino: gli ingegneri hanno approntato un sistema laser per gestire e regolare l’assetto durante il percorso, mentre informatici e programmatori hanno sviluppato e approntato diversi computer per analizzare i dati provenienti dall’esterno e dalle componenti sensoristiche installate nell’auto in modo che nulla potesse andare storto (a quella velocità basta un minimo).

A livello motoristico e meccanico, il cambio e la trazione integrale sono rimasti quelli di serie, già molto performanti, mentre il motore W16 8.0 con quattro turbo ha avuto un potenziamento tale da renderlo in grado di sviluppare ben 1600 CV, 100 in più rispetto al propulsore standard.

Grazie a questi accorgimenti, la Bugatti ha potuto scaricare sul fondo stradale del lunghissimo rettilineo tutta la sua potenza ed i suoi cavalli.

Ecco il video dell’impresa: