Home Economia Banca Popolare di Bari cambia Registro: Si Dimette Jacobini dando un forte...

Banca Popolare di Bari cambia Registro: Si Dimette Jacobini dando un forte segnale di discontinuità

Banca Popolare di Bari cambia Registro Si Dimette Jacobini dando un forte segnale di discontinuità

Tre giorni fa il Consiglio di Amministrazione aveva eletto nuovi consiglieri, confermandone alcuni e sostituendone altri. Tre giorni fa il Presidente Jacobini, la cui famiglia è da sempre legata alla Banca Popolare di Bari, sembrava voler continuare la sua avventura nell’istituto, nonostante il dissesto finanziario, ma aveva anche affermato di non stare attaccato alla poltrona, facendo intendere un suo possibile abbandono se richiesto da forze terze.

Quelle stesse “forze” che hanno messo sotto la lente d’ingrandimento l’attività della banca per cercare eventuali addebiti illeciti o addirittura truffe oltre malversazioni. La procura, infatti, ha aperto molte inchieste mettendo sul banco degli imputati i dirigenti dell’istituto che hanno portato a questo dissesto così grave d in pochi mesi. lo stesso Jacobini che è presente con la sua famiglia all’interno dell’organigramma (due suoi figli occupano incarichi di potere all’interno dell’istituto) è indagato.

Se viste da questo punto, le dimissioni di oggi sono facilmente spiegabili, ma la Banca Popolare resta attenzionata anche dalla Consob di Savona e da Bankitalia che stanno valutando alcune difformità e possibili discrepanze tra le comunicazioni pubbliche e quelli reali.

Il deficit di 420 milioni di euro ha avuto un lieto fine solo grazie ad un emendamento del Governo nel decreto crescita denominato proprio “Salva-Bari”: grazie a quest’escamotage è stato consentito ad alcuni particolari istituti di spostare alcune voci di bilancio, evitando così il default e caratterizzandosi comunque solide.

Occorre però ben altro per consentire alla Banca principale del sud di continuare ad operare. Il posto di Jacobini è stato preso da Gianvito Giannelli e contestualmente si è provveduto a nominare un nuovo amministratore delegato: Vincenzo De Bustis Figarola è il nuovo ad dell’istituto bancario. Oltre a queste due figure, anche Gregorio Monachino, ex direttore generale, diventa consigliere per cooptazione.

La Banca Popolare di Bari ha pubblicamente emanato un comunicato nel quale ringraziava il presidente Marco Jacobini ed i componenti del Consiglio di Amministrazione per l’apporto ed il lavoro svolto.

Se questo sia un segnale di forte discontinuità, un evidente cambio di registro, oppure un “patteggiamento” tra le parti in causa, solo il tempo saprà dircelo.

Gli antichi latini direbbero “Sic transit gloria mundi”.