Home Economia Personale Banche e Bonifici On Line: Oggi Vanno in Pensione Le “Chiavette” Token....

Banche e Bonifici On Line: Oggi Vanno in Pensione Le “Chiavette” Token. Cosa Cambia

Banche e Bonifici On Line: Oggi Vanno in Pensione Le

Oggi, 14 settembre 2019, diciamo addio alle chiavette token. Quei dispositivi elettronici che hanno accompagnato le nostre disposizioni sui conti correnti come i bonifici vanno in pensione, o meglio, dovrebbero essere riconsegnate agli istituti emittenti.

L’Europa ha dettato nuove normative alle quali anche gli istituti italiani devono allinearsi, affinché i movimenti in denaro siano più sicuri e più trasparenti.

Da oggi in avanti, per operare sul proprio conto on line, occorrerà adoperare forzatamente un device mobile, ossia uno smartphone: mediante un sistema di codici comunicati tra il server della banca ed il nostro telefono, saremo in grado di validare la nostra identità e procedere per ogni operazione dispositiva ovvero informativa.

Come dicevamo, l’Europa ha dettato questa nuova normativa mediante l’emanazione di una direttiva dedicata ai servizi di pagamento digitali e denominata “Psd2” (Payment Service Directive). Tecnicamente, sarà possibile associare all’identità riconosciuta dalla banca, tre diverse opzioni, tutte uniche:

  • Un dispositivo di proprietà unica del cliente: lo smartphone o altro device mobile in grado di connettersi.
  • Una caratteristica peculiare ed unica della persona: ad esempio l’impronta digitale.
  • Una password.

Vanno in soffitta le chiavette che abbiamo utilizzato per effettuare le transazioni a distanza inserendo il codice visualizzato, anche quando usavamo la carta di credito per compiere acquisti e disporre dei servizi associati a questo strumento.

Le banche e gli istituti finanziari, se non rispetteremo queste nuove consegne, potranno rifiutare le transazioni e le disposizioni inviate on line. Le associazioni dei consumatori si sono mosse per tempo per cercare d’informare, insieme agli istituti coinvolti, di questo cambiamento.

In ogni caso si attendono problemi inerenti la nuova modalità, soprattutto nel periodo iniziale di transizione da un protocollo oramai consuetudine, ad un altro.