Home Economia Personale Bonus 600 Euro. Ecco cosa fare se le Domanda è stata Respinta

Bonus 600 Euro. Ecco cosa fare se le Domanda è stata Respinta

Bonus 600 Euro. Ecco cosa fare se le Domanda è stata Respinta

Per riuscire a fronteggiare la crisi economica portata dall’emergenza Coronavirus il Governo ha stanziato il Bonus 600 Euro, di conseguenza l’INPS nella giornata di ieri (1 Giugno 2020) ha deciso di fornire precise indicazioni su come agire se la domanda venisse respinta.

Cosa fare se la domanda per il Bonus 600 Euro non venisse accettata

Per avviare l’istanza di riesame, il soggetto che non si è visto accettare la domanda per l’erogazione del Bonus 600 Euro ha tempo 20 giorni, al termine dei quali l’INPS spiega che si perdono tutti i diritti per una rivalutazione in quanto la richiesta viene “Definitivamente Respinta“; quindi per una nuova valutazione bisogna fare un Ricorso Giudiziario.

Per prima cosa è opportuno che il soggetto interessato alleghi insieme alla richiesta di riesame tutta la documentazione, ovvero delle informazioni aggiuntive che serviranno per implementare il supplemento di istruttoria e, per farne richiesta occorrerà seguire questa procedura:

  • Collegandosi al sito INPS e utilizzare l’apposito link denominato “Esiti“, il quale si trova nella stessa sezione in cui è stata inoltrata la domanda
  • Tramite l’invio di una email contenente il messaggio in cui è stato comunicato il respingimento, la quale deve essere recapitata alla sede dell’INPS che opera nel Territorio di residenza

Infatti l’esito, per chi non lo sapesse, viene comunicato al diretto interessato (quindi al Richiedente) con un SMS oppure con una mail. Le motivazioni che possono aver portato al respingimento possono essere consultate facilmente consultate sul sito dell’INPS:

  • Accedere all’Area Personale (inserendo il proprio PIN INPS ovvero utilizzando l’identità digitale SpID ossia altra modalità di accesso quali Smart Card o CNS)
  • Cliccare nell’Area denominata “indennità 600 Euro“, la quale si trova nelle sezione “Esiti

Bisogna però tenere a mente che esistono alcuni casi in cui non è necessario richiedere il riesame, in quanto per tutti coloro che sono:

  • Titolari dell’assegno di invalidità
  • Lavoratori stagionali (presso stabilimenti termali e/o settori turistici)

questo avverrà d’ufficio. Ovvero più specificamente e in altre parole, il riesame della loro domanda verrà concesso in modo automatico, senza bisogno che l’interessato contatti direttamente l’Ente di Previdenza Sociale.