Home Economia Bonus Bici, Monopattini, Vacanze, Edicole, Circo, Detrazione al 110%. Quando Iniziano? Facciamo...

Bonus Bici, Monopattini, Vacanze, Edicole, Circo, Detrazione al 110%. Quando Iniziano? Facciamo il Punto

Bonus Bici, Monopattini, Vacanze, Edicole, Circo, Detrazione al 110%. Quando Iniziano Facciamo il Punto

Il Governo italiano ha speso ben 55 miliardi in un Decreto denominato Rilancio, in fase di conversione in legge (ricordiamo che questo passaggio deve avvenire entro 60 giorni n.d.r.) dove ha previsto tantissimi bonus e benefici a pioggia per tante categorie diverse. Purtroppo molte di queste misure sulla carta sono già disponibili, ma mancano Decreti Attuativi e strumenti operativi (esempio le piattaforme automatizzate costruite ad hoc) per richiedere effettivamente i soldi spesso e volentieri. Facciamo il punto della situazione e vediamo come procede la messa in campo, quel che realmente interessa agli italiani.

Bonus del Decreto Rilancio: Panoramica Generale

Il Contributo a Fondo Perduto richiedibile per imprese e altre attività, compreso quello spettante agli autonomi pari a 1.000€ (qui trovate tutti i soggetti che ne hanno diritto, comprese le istruzioni per richiederli) che hanno subito grave danno derivante dalla pandemia e dal lockdown, è operativo e disponibile da pochi giorni. Stesso dicasi per quanto concerne la richiesta del Bonus Babysitter.

Rimangono, ancora indisponibili e sospesi, quelli dedicati e molto dibattuti per l’acquisto di bici e monopattini nonostante il boom di ordini e quelli dedicati ad attività particolari, come le edicole. Impantanati nei meandri di Decreti Attuativi e Circolari, nonché regolamenti non ancora disponibili.

Per quanto riguarda altri strumenti, invece, attendiamo il responso e il nulla osta da parte dell’Unione Europea. Alcune misure dedicate alle imprese, esempio il credito d’imposta appannaggio di chi investe nelle PMI, ovvero il Patrimonio destinato di Cassa Deposito e Prestiti (acronimo CDP) per il supporto alle aziende in crisi (esempio Alitalia e l’ennesimo aiuto, stavolta pari a 3 miliardi di euro n.d.r.) devono attendere il beneplacet che escluda la fattispecie di  “aiuto di stato”.

Ok da parte della Corte dei Conti sul piano denominato “Transizione 4.0”. Così come ha spiegato il Ministro Stefano Patuanelli, si tratta di un programma che sosterrà gli investimenti in ambiti molto importanti e futuristici: quello della Ricerca e Sviluppo, nonché l’Innovazione e la Sostenibilità. Temi che sono molto cari anche all’Europa.

Bonus Ristrutturazioni Edilizie: Detrazione al 110%

Tra le misure che ancora attendono qualche strumento per divenire efficaci, c’è sicuramente quella molto attesa del superbonus, l’incentivo al 110% dedicato ai lavori edilizi che praticamente consentirà di realizzarli gratuitamente nella maggior parte dei casi (qui trovate tutta la descrizione), sempre che apparteniate alla platea dei beneficiari e svolgiate opere compatibili (fermo restando la capacità di trovare un’impresa edilizia disposta a scontarci in fattura l’importo per poi farsi liquidare da altra impresa o dalla banca cedendo il credito d’imposta).

In sintesi, potrete effettuare lavori di efficientamento energetico, oppure opere per la messa in sicurezza antisismica dell’immobile. L’ente che si occupa di quest’incentivo, proposto da Fraccaro, è l’Agenzia delle Entrate che avrebbe dovuto elaborare la misura entro 30 giorni dall’emissione del Decreto Rilancio. La scadenza è slittata a causa del fatto che ci siano moltissimi emendamenti per modificare questo beneficio in fase di conversione in legge nel Parlamento. Entro il 18 luglio occorrerà emanare la legge che dà il via a quest’incentivo e quindi si sta temporeggiando per capire cosa cambierà, quali saranno i beneficiari finali e quali le misure prese, sperando che non sia stravolta in negativo oppure diventi troppo complicata.

Per quanto riguarda la misura prevista per l’ottenimento dei crediti d’imposta relativi ai lavori di sanificazione e adeguamento degli ambienti per ottemperare a quanto previsto dalle misure anti-CoViD (compreso l’acquisto di dispositivi DPI, ossia di protezione individuale per i lavoratori), il regolamento sarà elaborato entro 30 giorni dal momento in cui il Decreto sarà convertito in Legge. Occorre, quindi, aspettare.

Già attivo il beneficio del credito d’imposta relativo agli affitti pagati durante il lockdown, mentre si attendono novità per quanto riguarda la cessione dei crediti d’imposta inerenti vecchi e nuovi sconti fiscali. L’Agenzia delle Entrate dovrebbe pubblicare a breve una circolare in cui si spiegheranno procedure e dinamiche al riguardo.

Bonus Vacanze, Bici e Monopattini Elettrici

Via al Bonus Vacanze per villeggiare in Italia godendo di un beneficio fino a 500€. Per richiederlo, occorrerà scaricare l’app IO (clicca qui per saperne di più e per avviare il download) nonché essere in possesso di un’identità digitale quale lo SpID (qui per saperne di più) o di una Carta d’Identità Elettronica. Il bonus sarà spendibile a partire dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2020, ma occorrerà spenderlo solo presso l’esercente (non disponibile per prenotazioni fatte su portali ad hoc), fermo restando la volontà di quest’ultimo di concedere questo beneficio (il 20% spetta quale credito d’imposta all’albergatore).

Sul Bonus Bici e Monopattini Elettrici che tanto dibattito ha avuto ci sarebbe molto da dire: gli italiani stanno acquistando tantissimi mezzi di questo tipo, consapevoli di poter ottenere il beneficio per gli acquisti fatti dal 4 maggio (tramite rimborso), fermo restando i fondi disponibili. Il Bonus sarà spendibile fino a fine 2020 e comunque entro i limiti previsti, ossia fino al 60% del prezzo e non oltre i 500€. Si attende solo la piattaforma che sarà varata a breve e non ci sarà alcun “click day” ha assicurato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Ipse dixit.

REM, Migranti, Badanti e Colf

Il REM (Reddito di Emergenza) è reso disponibile già dal 22 maggio ed è notizia dell’ultim’ora l’allungamento della scadenza prevista: sarà possibile richiedere questo beneficio, fermo restando il possesso dei requisiti, entro il 31 luglio. Per il momento le domande ammontano già a 350mila.

Anche per quanto riguarda il Bonus Baby Sitter, tutto è già pronto: si potrà richiedere un voucher spendibile anche per i centri estivi fino a 1.200€. Le domande, a quanto afferma INPS, sono già oltre le 400mila.

Dal 25 maggio è disponibile anche il Bonus per Colf e Badanti, mentre la Regolarizzazione dei migranti irregolari, voluta fortemente dal Ministro Bellanova, è iniziata dal 1° giugno: possibilità di ottenere un permesso temporaneo, dunque, se si lavora in campagna, ma anche nell’ambiente domestico, fatto salvo il pagamento da corrispondere e la necessità di palesare un contratto di lavoro.

Bonus Edicole, Arte e Altri Interventi

Nel Decreto Rilancio, oltre i Bonus più famosi, sono presenti altri interventi che puntano a sostenere determinate categorie in modo da non lasciare indietro nessuno, come affermato illo tempore dal Premier Conte.

Nello specifico, ci sono gli “Art Bonus”, benefici per chi lavora nel mondo dell’arte e dell’intrattenimento, ivi compresi complessi strumentali, società concertistiche e corali, ma anche circhi e spettacoli itineranti.

Oltre a questi, troviamo rifinanziamento di mare e ferrobonus, incentivi legati agli specifici settori ove trovano lavoro varie persone, nonché incentivi destinati all’editoria e all’edicola.

Per quest’ultime si attende il Decreto Attuativo per lo start all’erogazione di 500€ una tantum.