Home Economia Borghi Abbandonati in Vendita a 1 Euro in Sicilia, Case a 1€...

Borghi Abbandonati in Vendita a 1 Euro in Sicilia, Case a 1€ a Salemi, Gangi, Sambuca, Novara di Sicilia e Saponara

Borghi Abbandonati in Vendita a 1 Euro in Sicilia

Sembra incredibile, quasi una delle bufale che spesso girano in rete ed oramai irretiscono gli stessi internauti, ma è realtà: non è una fake news almeno nella sua accezione più ristretta, ma una vera e propria opportunità appannaggio di quelle persone e quelle famiglie che vogliono trasferirsi in Sicilia in uno dei tanti piccoli borghi storici.

Questi borghi sono infatti destinati a scomparire se non si interviene repentinamente e massicciamente: piccole comunità si dissolveranno al vento e disperderanno usi, costumi e cultura. Un vero e proprio tesoro finirà nel dimenticatoio del tempo.

Il Governatore della Regione Sicilia, consapevole del problema, continua a promuovere ed investire in Sicilia con la finalità di ripopolare alcuni borghi storici altrimenti destinati a scomparire. Dopo Salemi, Gangi, Sambuca e Novara di Sicilia, stavolta tocca a Saponara.

In questa piccola cittadina sono spuntate offerte di vendita di case a 1€ euro simbolico, proprio per cercare di riqualificare e rimettere in sesto territori altrimenti abbandonati, valorizzandone il senso urbanistico e magari implementando turismo, cultura, creatività e qualche attività imprenditoriale, sfruttando i fondi europei e regionali. La Regione Sicilia, in tal senso, ha creato a messo a disposizione un fondo disponibile per la messa in sicurezza e la riqualifica dei piccoli comuni: soldi a cui sarà possibile accedere mediante domande congrue ed idonee.

Una pratica non certo innovativa, visto che anche in Grecia recentemente abbiamo parlato della possibilità di trasferirsi in un’isola venendo anche pagati 500€ al mese, oltre vitto e alloggio.

Il Governatore Musumeci ha spiegato che l’obiettivo critico è quello di ripopolare queste zone e per questo la Regione metterà in atto tutte le misure a sua disposizioni. In Sicilia esistono borghi con un grande patrimonio monumentale, artistico ed architettonico e serve manutenzione, vita, civiltà, messa in sicurezza, riqualificazione e, perché no, anche sfruttamento economico. Il che crea lavoro e dà valore a tutta la regione stessa. Il fondo di 26 milioni è dunque destinato a riqualificare e ripopolare comuni che hanno meno di 15mila abitanti, altrimenti destinati a sparire, vista anche la crisi demografica e l’emigrazione dei giovani che vanno via per cercare un lavoro.

Nella Regione insulare a Statuto Autonomo denominata anticamente Trinacria, ci sono più di 140 comuni di piccole e medie dimensioni che rientrano nel bando connesso al fondo, sotto le due aree di intervento indicate con le lettere “A” e “B”.

Tecnicamente questo bando mira a predisporre di un programma regionale per il finanziamento di queste tematiche inerenti i comuni della Sicilia:

  • Interventi ed opere dirette alla tutela dell’ambiente e dei beni culturali.
  • Costruzione di infrastrutture per aumentare il livello di sicurezza.
  • Risanamento di centri storici.
  • Opera di riqualificazione territoriale focalizzate sulla prevenzione dal rischio idrogeologico.

Oltre a questa possibilità delle Casa a 1€ non dobbiamo dimenticare dell’opportunità appannaggio dei pensionati residenti all’estero di trasferirsi in Sud Italia pagando solo una flat tax del 7% sul reddito.

Volendo, un pensiero proveniente da un paese esterno all’Italia, potrebbe trasferirsi in Sicilia in uno di questi Comuni, comprarsi una casa a 1€, usufruire della Flat Tax al 7% ed ottenere i finanziamenti regionali per ottemperare una delle attività previste del bando. Oltre le numerose opportunità derivanti dalla valorizzazione del territorio, comprese quelle imprenditoriali.