Home Economia Personale Busta Arancione INPS 2020, cos’è e come si legge per conoscere l’Importo...

Busta Arancione INPS 2020, cos’è e come si legge per conoscere l’Importo della Pensione

Busta Arancione INPS 2020, cos'è e come si legge per conoscere l'Importo della Pensione

A quanto ammonterà l’assegno della propria pensione? E’ possibile scoprirlo grazie alla Busta Arancione dell’INPS, una comunicazione che sta arrivando a casa di tantissimi italiani e che riporta, diverse informazioni che riguardano il momento in cui andranno in pensione.

All’interno della Busta Arancione è presente un prospetto che permetterà di calcolare in anticipo l’ammontare dell’assegno di pensionamento che il lavoratore percepirà una volta che andrà in pensione. Sino ad oggi, tali informazioni erano reperibili solo online tramite il servizio chiamato “Calcola La Mia Pensione INPS”.

 

Cos’è

Cos’è e cosa c’è all’interno della busta? La busta Arancione INPS, che stanno ricevendo milioni di italiani all’inizio del 2020, contiene tutte le informazioni in possesso dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale relative alla situazione pensionistica dell’intestatario.

Il lavoratore, grazie alla documentazione presente all’interno delle busta, sarà in grado di capire a quanto ammonterà il proprio assegno pensionistico, ossia quanto percepirà di pensione.

 

Come si Legge

La documentazione presente all’interno della Busta Arancione dell’INPS è composta da quattro pagine.

 

Prima Pagina

Nella prima pagina è presente una tabella che mostra la simulazione del calcolo che l’INPS ha effettuato per calcolare l’importo della pensione.

Per capire se il calcolo è stato effettuato correttamente sarà necessario verificare il Tasso di Sostituzione Netto, una voce determinata dalla differenza percentile che vi è tra l’ultimo mese retribuito e l’assegno pensionistico.

 

Seconda Pagina

Nella seconda pagina è presente l’estratto conto contributivo. Qui sono quindi presenti tutti i contributi che il lavoratore ha versato sino al momento in cui ha ricevuto la Busta Arancione.

Nello specifico è possibile leggere il nome del datore di lavoro, il nome dell’azienda, le ore di lavoro effettuate e quanti e quali contributi sono stati versati.

E’ una pagina importantissima, da controllare accuratamente, che riporta praticamente tutti i contributi versati di cui l’INPS è a conoscenza.

 

Terza Pagina

Qui si effettua una stima di quelli che dovrebbero essere i contributi che saranno versati in futuro, da qui sino al momento in cui si andrà in pensione.

E’ una stima che sarà quasi sicuramente corretta, ma di cui non si dovrà tenere conto nel caso in cui il lavoratore dovesse cambiare lavoro.

 

Quarta Pagina

Nella quarta pagina sono presenti le istruzioni che spiegano cosa fare per richiedere il codice SPID o in PIN INPS dispositivo. Tali codici permetteranno al contribuente di accedere a tutti i servizi online relativi al canale “La Mia Pensione”.