Site icon Lezioni Europa

Caffè con Cremina. Come Preparare a Casa. Procedura, Consigli e Trucchi

Caffè con Cremina. Come Preparare a Casa. Procedura, Consigli e Trucchi

In questo momento di lockdown, di chiusura delle attività ristorative e dei bar, tra le cose che più mancano agli italiani c’è sicuramente la colazione presso esercizi di questo tipo. Colazione a base di croissant, di cornetti o di altri dolci e dell’immancabile caffè: una vera istituzione italiana.

Il caffè del bar, quello espresso denso e cremoso, difficilmente è replicabile con le medesime fattezze in casa, anche perché i baristi seguono determinate procedure e hanno a disposizione delle macchine molto complesse e costose.

A meno che non abbiate una macchinetta a cialde, la quale è programmata per creare quella sorta di cremina sul vostro caffè, con tutte le differenze del caso rispetto al prodotto di un bar e di macchine professionali, possiamo però lo stesso gustare un ottimo caffè in casa. Anzi, possiamo anche ricreare quella cremina tipica della preparazione al bar utilizzando qualche piccolo trucco.

Caffè: Come si Prepara

Utilizzando la moka e seguendo le indicazioni e i consigli necessari alla pulizia della stessa (assolutamente vietato lavare la macchinetta con il sapone, esempio), occorre stare attenti anche agli ingredienti e alla procedura. Seguendo pochi e semplici passi, potremmo ottenere un risultato davvero sorprendente e sicuramente gradito, sia dal punto di vista visivo, sia da quello del gusto.

Il primo consiglio è uno e uno solo: utilizziamo un’ottima materia prima. Per creare un caffè con la cremina occorre una miscela dall’aroma deciso e dal sapore spinto, molto forte. La qualità è fondamentale.

Il secondo consiglio riguarda, naturalmente, il procedimento da seguire, ossia i passi da mettere in atto:

  1. Carichiamo bene la moka.
    1. Innanzitutto l’acqua va lasciata sotto il livello della valvola presente, utilizzandola come fosse un indicatore.
    2. Non lasciamo il caffè a raso nel filtro, come accade nel caso utilizzassimo un dosatore, ma creiamo la montagnella. La pressione poi esercitata farà il resto. Il caffè non va infatti pressato e evitiamo di far cadere qualche granello nei filetti durante l’avvitamento: questo perché si brucerebbero e la combustione rovinerebbe l’aroma del prodotto finale.
  2. Fuoco Lento. Caricata bene la moka, mettiamola su un fuoco che deve essere tenue, non vivo, soprattutto alla fine, quando iniziamo a sentire la fragranza, l’odore del caffè. Ricordiamoci, molto importante, di spegnere la fiamma quando il caffè raggiunge i 3/4 dell’altezza nella moka, in modo da evitare la fase successiva di cottura che produce composti sgradevoli.

Cremina: Come si Fa?

Per creare quella cremina tipica del caffè preso al bar, a casa occorre utilizzare lo zucchero. Se amate il vostro caffè amaro o utilizzate un dolcificante per motivi anche di salute, allora non potrete crearla.

Se, invece, utilizzate lo zucchero semolato, allora ecco il procedimento per creare la famosa cremina tipica del bar:

Exit mobile version