Calcio: Montella Rischia Esonero alla Fiorentina già alla terza Giornata? Arriva la Juventus

Calcio: Montella Rischia Esonero alla Fiorentina già alla terza Giornata? Arriva la Juventus

Sul sito della Gazzetta dello Sport si parla già di panchine traballanti e quella più a rischio sembra essere la Fiorentina. L’aeroplanino Vincenzo Montella, con un passato da allenatore del Milan, sembra essere sulla graticola dopo i deludenti risultati d’inizio stagione che seguono quelli di fine anno scorso, con uno score che ha costretto i Viola a giocarsi la salvezza all’ultima giornata, evitando la retrocessione per un soffio.

Sulla questione Fiorentina c’è l’alibi di un calendario che non ha aiutato ed in prospettiva si presenta al Franchi la Juventus schiacciasassi allenata da Mister Maurizio Sarri, alla prima sulla pachina dei bianconeri dopo essere guarito. Difficilmente il tecnico di Figline Val D’arno vorrà cedere qualcosa ed alla Fiorentina tocca ritrovare lo spirito giusto del passato, oltre che un po’ di fortuna, spesso mancata negli ultimi appuntamenti. Si sa, però, la fortuna va aiutata, coccolata ed apprezzata, affinché benefici gli audaci.


Montella ha bisogno di una soluzione di continuità, visto che il suo score, da quando siede sulla panchina della Fiorentina, alla fine del campionato scorso, parla di otto sconfitte e due pareggi. Un tabellino non certo invidiabile che lo pone già sulla graticola, fermo restando alcune problematiche e criticità presenti nella società Viola che di certo non lo hanno aiutato.

Tra questi, spicca l’unico successo in Coppa Italia contro il Monza, ma non si può certo annoverare tra le vittorie sulle quali trascinare un discorso molto lungo, fermo restando la capacità di chiunque di metterti in difficoltà nello sport.

Sullo sfondo sembrerebbe esserci un dejà vu. In caso di esonero di Vincenzo Montella, arriverebbe l’ex allenatore del Milan, quel Gennaro Gattuso successo a lui proprio sulla panchina rossonera. Ora la situazione potrebbe ripresentarsi, dato che Commisso, il neopresidente della Fiorentina, ha origini calabresi proprio come l’ex milanista e stravede per lo spirito pragmatico e combattivo del centrocampista che ringhiava a tutti i suoi avversari.

Montella ha bisogno di dare una svolta alla stagione nel momento più difficile, proprio contro la Juventus che non regala nulla a nessuno. Ora occorre giocarsi anche gli assi nella manica.