Canone Rai e Bollo Auto. Stop Causa Coronavirus e Rimborsi? Cosa c’è di Vero

Canone Rai e Bollo Auto. Stop Causa Coronavirus e Rimborsi Cosa c'è di Vero

Tra le tasse più indigeste per gli italiani, ci sono sicuramente quelle a carico della proprietà del veicolo (il bollo auto) e quella per il pagamento della televisione di Stato, il canone Rai. In questo momento di emergenza in rete si susseguono varie notizie riguardo la decisione di non far pagare né l’una, né l’altra, a causa del contagio Coronavirus e del fatto che l’economia sia ferma e le persone necessitano di sicurezza in tal senso.

Bufala

Purtroppo, lo diciamo subito, si tratta di una fake news, di una bufala, articoli creati ad hoc per ottenere dei contatti da parte di moltissimi siti, ovvero definire virale determinati contenuti anche solo per il gusto di farlo.

Nel 2020, almeno per quanto riguarda il presente (attendendo altri provvedimenti), dovremo pagare sia il bollo auto, sia il canone rai come previsto dalle normative e dalle leggi vigenti secondo le tariffe attuali.

Rimborsi Canone Rai e Bollo Auto: Truffa

Oltre la fake news, in rete circola anche una email che parla di rimborsi o esenzioni per quanto riguarda il pagamento di queste due tasse. Email inviata alle persone da parte di un indirizzo riconducibile all’Agenzia delle Entrate.


In realtà si tratta di una comunicazione falsa, di una truffa, anche perché tale ente non invia mai messaggi di questo tipo utilizzando quel canale.

Email utilizzati da alcuni malfattori che cercano di accaparrarsi i dati e le informazioni personali sfruttando la dinamica del phishing, di cui abbiamo parlato qui (clicca).

A Chi Spetta Realmente

Le categorie di persone a cui spetta realmente l’esenzione del canone rai e che possono richiederlo compilando un modulo apposito (qui trovate istruzioni e modulo) sono:

  • Persone con più di 75 anni di età a prescindere dal Reddito.
  • Contribuenti con Reddito annuo inferiore ai 7.000€ (come da ISEE).
  • Contribuenti che dichiarano di non possedere una televisione (naturalmente compilando l’autodichiarazione in cui occorre dichiarare la verità, per non incorrere in pene severe)