Home Economia Personale Caro Bollette Luce e Gas: Come Risparmiare. I Consigli Utili e le...

Caro Bollette Luce e Gas: Come Risparmiare. I Consigli Utili e le Opportunità da Cogliere

Caro Bollette Luce e Gas Come Risparmiare. I Consigli Utili e le Opportunità da Cogliere

 

Nonostante la proroga al passaggio diretto nel mercato libero e, dunque, alla fine della tutela per quanto concerne le utility necessarie alla sopravvivenza delle persone nelle loro case, tra le quali la luce e il gas, resta sempre possibile risparmiare qualcosina seguendo alcuni semplici consigli ovvero cogliendo vere e proprie opportunità che di solito ci lasciamo scappare.

L’inverno è una stagione fredda e con poca luce disponibile tanto da far lievitare i costi di quel che consumiamo, ma esiste la possibilità di evitare il salasso tipico del post stagione fredda.

 

Suggerimenti e Consigli

Il freddo pungente ci costringe a dover trovare un modo per scaldare le nostre abitazioni e renderle confortevoli, oltre che vivibili. Quest’aumento in termini di consumo del gas e dell’elettricità, necessarie al funzionamento di molti dispositivi progettati e costruiti proprio a tal scopo, ci faranno pervenire una bolletta dagli importi talvolta astronomici.

Come possiamo fare per risparmiare dunque senza rinunciare al tepore di una casa calda e illuminata con acqua corrente sanitaria? Ecco alcuni suggerimenti e consigli utili sempre:

  • Manutenzione della caldaia. Come da obblighi di legge, prima di una stagione fredda, ma anche durante, dobbiamo far eseguire la manutenzione del nostro impianto di riscaldamento da parte di un tecnico specializzato che rilasci opportuna certificazione. Oltre le multe, rischiamo che ci siano delle perdite o guasti tali da compromettere non solo la sicurezza nella nostra abitazione, ma anche la stessa efficienza energetica della caldaia. Maggiore efficienza uguale minor consumo di combustibile e maggior risparmio. Non crediamo che il costo del tecnico sia superiore al risparmio.
  • Temperatura del Termostato. Investiamo e scegliamo dei termostati efficienti e smart, magari intelligenti ovvero capaci di gestire la temperatura interna alla casa e il consumo energetico. In ogni caso limitiamo la temperatura del termostato e gestiamola in modo efficiente: i gradi ideali sono 20° ed è inutile alzarla più di questa soglia.
  • Tendaggi. Sembra una stupidaggine, ma nonostante la luce del sole duri poche ore e non abbia quel potere irradiante tipico della stagione invernale, preferiamo utilizzare tendaggi leggeri ovvero apriamoli per far entrare la luce durante quel periodo di tempo. Tutti i componenti della casa si riscalderanno, compresi i termosifoni che dovranno essere liberi da ostacoli.
  • Infissi e Serramenti. Se abbiamo l’opportunità di farlo, sostituiamo gli infissi e i serramenti scegliendo magari delle finestre isolanti che riescano a trattenere il caldo durante l’inverno evitando dispersioni di energia infruttuose. Se ne abbiamo la possibilità, sfruttiamo anche gli incentivi statali disponibili per questo tipo di lavoro e prorogati dal Governo con bonus e sgravi fiscali molto interessanti finalizzati all’efficientamento energetico. 
  • Efficienza Energetica. Facciamo circolare l’aria e cambiamola la mattina presto ovvero quando i termosifoni non sono accesi, per evitare sprechi. Se viviamo in un ambiente o una casa grande, chiudiamo le stanze e i termosifoni dove non ci servono agendo sulle valvole termostatiche installate per obbligo: questo ci consentirà un risparmio notevole, anche fino al 15%.
  • Efficienza Elettrica. In ragione del consumo elettrico, acquistiamo dei nuovi elettrodomestici che appartengano a classi pari alla A e diversi +. Questi, infatti, ci consentiranno di ammortizzare il loro costo in poco tempo e risparmiare sul consumo di elettricità, con buona pace del caso bollette e facendo del bene alla natura. Se li sostituiamo, infatti, potremo risparmiare anche fino al 40% di quanto spendiamo sul consumo di elettricità. Quando non utilizziamo gli elettrodomestici spegniamoli completamente e non lasciamoli nemmeno in stand by. Dulcis in fundo, acquistiamo lampadine a basso consumo con le nuove tecnologie a LED, ovvero fluorescenti e montiamole in modo ottimale per illuminare i luoghi in cui ne abbiamo più bisogno.
  • Provider. Nella scelta della fornitura, fermo restando alcuni costi contrattuali legati al cambio di operatore (dobbiamo valutare l’impatto economico anche di questi nella scelta finale), scegliamo un provider che abbia la più conveniente tariffa sul mercato stando attenti sia alla componente fissa, sia a quelle relative ad altri servizi.

 

Opportunità Non Colte

Tra le opportunità che dobbiamo assolutamente cogliere se vogliamo risparmiare sulla bolletta, oltre a quella di cui abbiamo già parlato, la sostituzione d’infissi e finestre e l’incentivo per l’acquisto di una stufa a pellet nel 2020 (trovate qui tutto) ce n’è una che veramente merita di essere utilizzata contro il caro delle bollette.

Alcune persone non lo sanno, o forse nutrivano qualche timore o remora nell’utilizzare questo strumento, ma è possibile richiedere un bonus energetico agli enti governativi per risparmiare sulle utenze, quindi su gas, elettricità e acqua corrente.

Non è accessibile a tutti, ma coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza, ovvero la Pensione omonima rientrano nella platea di beneficiari sicuramente. Non solo: il reddito ISEE del nucleo familiare che consente l’accesso a questo beneficio è comunque relativamente disponibile a molte famiglie ed è un peccato rinunciare a un risparmio certo di una bella percentuale, almeno paragonabile all’IVA pagata nella bolletta.

Se volete maggiori informazioni sulla possibilità di aderire a questo beneficio, nonché tutte le istruzioni per farlo, qui trovate l’articolo con tutte le dritte del caso.