Home Economia Personale Cassa Integrazione e Bonus Babysitter, in alcuni casi specifici sono cumulabili

Cassa Integrazione e Bonus Babysitter, in alcuni casi specifici sono cumulabili

Cassa Integrazione in Deroga

L’INPS (ovvero l’Istituto Nazionale di  Previdenza Sociale) si è espressa, facendo anche marcia indietro, sulla compatibilità o meglio cumulabilità della Cassa Integrazione e del Bonus Babysitter, rilasciando proprio a questo proposito la circolare numero 73 del 17 Giugno 2020.

Sostanzialmente fino a questa data al voucher erogato per il Bonus Babysitter era considerato incompatibile con tutte le prestazioni di sostegno al reddito, adesso però rispettando alcuno specifici requisiti può essere riconosciuto, con alcune indennità, parzialmente compatibile.

 

Cassa Integrazione e Bonus Babysitter, quando sono cumulabili

La cumulabilità, seppur parziale, della Cassa Integrazione con il Bonus Babysitter è una novità che è stata introdotta dopo l’approvazione del Decreto Rilancio, in quanto come abbiamo già accennato prima questo Bonus non era compatibile con le prestazioni di sostegno al reddito, ovvero nello specifico in una delle seguenti situazioni:

  1. Congedo Special Covid
  2. Uno dei due genitori risulta disoccupato, ovvero non lavoratore
  3. Si percepisce la Naspi oppure la Cassa Integrazione (Ordinaria, Straordinaria e in Deroga)

Una situazione questa che è cambiata il 17 Giugno 2020, ovvero quando l’INPS ha deciso di emanare la circolare numero 73, la quale sulla Cassa Integrazione si esprime esattamente in questo modo:

  • “In caso di genitori beneficiari di trattamenti di integrazione salariale, l’incompatibilità opera solo nei casi e limitatamente ai giorni di sospensione dell’attività lavorativa per l’intera giornata. Diversamente, nel caso in cui il genitore sia beneficiario di un trattamento di integrazione salariale per riduzione di orario di lavoro, per cui continua a dover prestare la propria attività lavorativa, ancorché ad orario ridotto, l’altro genitore è ammesso alla fruizione dei bonus“.

In altre parole Cassa Integrazione e Bonus Babysitter possono essere cumulabili, ovvero compatibili, solo ed esclusivamente nel caso la prima sia parziale, quindi questo vuol dire che se ne può beneficiare se l’altro genitore lavora part-time oppure solamente nei giorni che guarda i bambini.