Home Lavoro Concorso Operatori Giudiziari per 616 Persone: Regioni, Scadenze e Come fare Domanda...

Concorso Operatori Giudiziari per 616 Persone: Regioni, Scadenze e Come fare Domanda ai Centri per l’Impiego (CPI)

Concorso Operatori Giudiziari per 616 Persone. Regioni, Scadenze e Come fare Domanda ai Centri per l'Impiego (CIP)

Di recente il Ministero di Grazia e Giustizia ha emanato un bando, trascritto sulla “Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami” n° 80 dell’8 ottobre 2019 disponibile per la lettura cliccando qui (file in formato .pdf) per la ricerca di particolari figure da inserire nelle strutture che fanno capo alla res publica direttamente connesse al Ministero stesso: gli operatori giudiziari.

I posti a disposizione sono ben 616 dislocati in tutta Italia: si tratta, infatti, di una selezione che si differenzia dagli altri concorsi pubblici perché sulla Gazzetta Ufficiale non erano indicati né termini, né quanto meno modalità di partecipazione, ovvero indicazioni per presentare la domanda. Il concorso, infatti, è legato ai singoli Centri per l’Impiego presenti nelle regioni toccate dal bando e a questi occorre rivolgersi per richiedere come partecipare, entro quando fare la domanda e quali sono i requisiti per la candidatura.

Nella pagina del Ministero della Giustizia, nella sezione relativa al concorso in questione, tra le F.A.Q. (Frequently Asked Questions) accessibili cliccando qui, troveremo le risposte a questa e altre domande relative al bando. Occorre, in ogni caso, rivolgersi al Centro per l’Impiego (acronimo CPI) dove ci si è iscritti e questi hanno avviato le selezioni, come da procedura, dopo i 30 giorni canonici di iscrizione in Gazzetta Ufficiale.

Le scadenze per presentare domanda ai CPI sono diverse da regione e provincia ed occorre richiedere lumi al centro di riferimento, oltre alle indicazioni operative vere e proprie per candidarsi. E’ possibile anche cancellarsi da un CPI ed iscriversi ad un altro, fermo restando la verifica del possesso dei requisiti indicati nel bando stesso (art.2) ed i criteri con i quali saranno formate le graduatorie (art. 4).

Ogni singola Regione toccata dal bando, dunque, in questa seconda fase lascerà un ulteriore bando indicante modalità di partecipazione e come fare la domanda, quindi il consiglio è quello di sintonizzarsi con il sito della regione di appartenenza, quella in cui siamo iscritti al CPI o chiedere direttamente al Centro per l’Impiego gli aggiornamenti. Dal 7 novembre ha avuto avvio questa fase, quindi il bando potrebbe già essere stato emesso.

 

La Situazione Attuale , il Requisito Obbligatorio ed i Posti nelle Regioni Interessate

Le regioni italiane interessate da questo particolare bando, comprensive dei posti disponibili come operatore giudiziario, sono le seguenti:

  • Calabria.
  • Campania.
  • Emilia-Romagna.
  • Lazio.
  • Liguria.
  • Lombardia.
  • Marche.
  • Piemonte.
  • Puglia.
  • Toscana.
  • Veneto.

Per il momento solo la Puglia e le Marche hanno procedute ad emettere gli avvisi di questa seconda parte, emanando il bando regionale apposito che definisce modalità e scadenze in questo modo:

  • Puglia: Periodo disponibile per presentare le candidature dal 25 novembre (8.30) al 6 dicembre 2019 (fino alle 11.30).
  • Marche: Periodo disponibile per presentare domanda di accesso a questo bando dal 25 al 29 novembre 2019 dalle ore 9.00 alle 12.30 presso i CPI.

Nella regione pugliese la selezione pubblica come previsto dall’ex art. 16 della legge 56/1987, vedrà avviare verso la prova selettiva il doppio dei posti disponibili nei singoli distretti:

  • Distretto Corte d’Appello di Bari – sede di Bari: 15 posti disponibili.
  • Distretto Corte d’Appello di Bari – sede di Trani: 4 posti disponibili.
  • Distretto Corte d’Appello di Bari – sede di Foggia:  7 posti disponibili.

Nelle marche, invece, abbiamo questa disponibilità iscritta nel bando emesso:

  • Ancona: 8 posti disponibili.
  • Ascoli: 3 posti disponibili.
  • Camerino: 1 posto disponibile.
  • Fermo: 4 posti disponibili.
  • Macerata: 4 posti disponibili.
  • Pesaro: 4 posti disponibili.

Nella regione centrale italiana, i posti totali sono dunque 24, ma 7 di questi saranno riservati a favore dei volontari delle Forze Armate, come previsto dagli articoli 1014 e 678 del Dlgs 66/2010.

Nonostante la possibilità di singoli bandi regionali, si tratta di un concorso appetibile ed appetito da molti perché il requisito obbligatorio basilare è relativamente diffuso: il possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado (la ex scuola media).

La situazione nelle altre regioni, fermo restando l’uscita del bando regionale, vede queste opportunità.

Emilia Romagna.

  • Bologna: 20 posti.
  • Ferrara: 1 posto.
  • Forlì: 1 posto.
  • Modena: 4 posti.
  • Parma: 1 posto.
  • Ravenna: 1 posto.
  • Reggio Emilia: 2 posti.
  • Rimini: 5 posti.

Lombardia

Distretto di Brescia

  • Brescia: 23 posti.
  • Bergamo: 12 posti.
  • Cremona: 1 posto.

Distretto di Milano

  • Milano: 68 posti.
  • Busto Arsizio: 12 posti.
  • Como: 4 posti.
  • Lecco: 4 posti.
  • Lodi: 9 posti.
  • Monza: 9 posti.
  • Pazia: 12 posti.
  • Sondrio: 1 posto.
  • Varese: 7 posti.

Toscana.

  • Firenze: 8 posti.
  • Lucca: 1 posto.
  • Prato: 1 posto.
  • Siena: 1 posto.

Liguria.

  • Genova: 14 posti.
  • Imperia: 1 posto.
  • Savona: 1 posto.

Campania.

Distretto di Napoli.

  • Napoli: 49 posti.
  • Avellino: 1 posto.
  • Benevento: 3 posti.
  • Capri: 1 posto.
  • Caserta: 1 posto.
  • Napoli Nord (Aversa): 3 posti.
  • Nola: 6 posti.
  • Santa Maria Capua Vetere: 13 posti.
  • Torre Annunziata: 9 posti.

Distretto di Salerno.

  • Salerno: 18 posti.
  • Nocera Inferiore: 3 posti.
  • Vallo della Lucania: 3 posti.

Piemonte.

  • Torino: 9 posti.
  • Aosta: 5 posti.
  • Asti: 2 posti.
  • Cuneo: 2 posti.
  • Ivrea: 1 posto.
  • Mondovì: 1 posto.
  • Novara: 4 posti.
  • Vercelli: 2 posti.

Veneto.

  • Venezia: 13 posti.
  • Bellluno: 1 posto.
  • Padova: 6 posti.
  • Treviso: 1 posto.
  • Verona: 3 posti.
  • Vicenza: 3 posti.

Calabria.

Distretto di Reggio Calabria.

  • Reggio Calabria: 22 posti.
  • Locri: 5 posti.
  • Palmi: 8 posti.

Distretto di Catanzaro.

  • Catanzaro: 11 posti.
  • Castrovillari: 2 posti.
  • Crotone: 2 posti.
  • Paola: 2 posti.

Lazio.

Distretto di Roma

  • Roma: 64 posti.
  • Cassino: 2 posti.
  • Frosinone: 7 posti.
  • Latina: 17 posti.
  • Tivoli: 3 posti.
  • Velletri: 2 posti.
  • Viterbo: 3 posti.

Amministrazioni Centrali.

  • Roma: 29 posti.

 

Prova Selettiva e Tipo di Contratto di Assunzione

I fortunati che riusciranno ad accedere a questo bando, fermo restando i requisiti descritti in ogni singolo bando regionale, l’iscrizione ad un centro per l’impiego ed eventualmente la titolarità ed il possesso di titoli di preferenza di cui all’articolo 50 comma 1-quater et 1-quinques del DL n° 60/2014 convertito con modifiche nella Legge n°114 dello stesso anno, accederanno ad una prova selettiva nel numero doppio rispetto a quanto richiesto. E’ onore degli interessati portare a conoscenza ai Centri per l’Impiego di questi titoli di preferenza.

La selezione, mirata ad accertare l’idoneità del lavoratore nello svolgere le pratiche richieste, semplificando, la capacità di riordinare fascicoli cartacei, incartamenti e l’utilizzo dei sistemi informatici e dei programmi di videoscrittura di base, nonché nozioni di Internet e del suo uso (navigazione, invio e ricezione posta elettronica), si basa su una prova pratica. Starà alle Corti di Appello richiamare alla prova i candidati forniti nell’elenco indicando sede e orario della prova stessa con una raccomandata A/R all’indirizzo di residenza.

Una volta passare la prova di idoneità, i fortunati saranno assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato, full time, nell’area funzionale II e con posizione retributiva F1.