Home Lavoro Concorso Pubblico Agenzia delle Entrate, quali sono le figure professionali ricercate

Concorso Pubblico Agenzia delle Entrate, quali sono le figure professionali ricercate

Concorso Pubblico Agenzia delle Entrate

Da quanto si è potuto apprendere entro questa estate verranno aperte le iscrizioni per due Concorsi Pubblici dell’Agenzia delle Entrate, la quale sta cercando complessivamente 2.600 risorse da inserire all’interno delle proprie sedi per formare l’unità di personale nel triennio 2020/2022.

 

Concorsi Pubblici Agenzia delle Entrate, le figure professionali

Come abbiamo anticipato sopra i posti per i due Concorsi Pubblici dell’Agenzia delle Entrate sono 2.600, i quali saranno ripartiti nel seguente modo:

  • 300 risorse (più o meno) destinate a ruoli dirigenziali
  • 2.300 risorse destinate a ruoli professionali non dirigenziali

Ovviamente, allo stato attuale non è nemmeno possibile che il numero non subisca un aumento ma questo dipenderà dalle disposizioni delle nuove norme, invece per quanto riguarda i 2.300 posti per ruoli professionali  non dirigenziali le candidature saranno aperte per:

  • Geometri
  • Architetti
  • Ingeneri
  • Statistici
  • Giuristi
  • Economisti

Quindi, da come si può facilmente capire io bando è rivolto a persone che hanno conseguito una Laurea, però essendoci anche i Geometri si può presupporre che possono partecipare anche coloro che hanno un Diploma, inoltre non dovrebbe essere fissato nemmeno un limite d’età.

 

Dove consultare il Bando

Tutti coloro che sono interessati a questi due Concorsi devono sapere che le assunzioni verranno fatte in tutta Italia, mentre per quanto riguarda la pubblicazione dei due Bandi è molto probabile che avverrà sulla Gazzetta Ufficiale, ovviamente prima della fine del periodo estivo.

Tra l’altro, almeno in base a quanto prevede il capitolato tecnico consultabile sul portale, è anche molto probabile che l’Agenzia delle Entrate non possa alla fine aprire il Concorso a un numero complessivo totale di 300.000 candidati, per poi offrire alle risorse assunto un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

 

Come potrebbero essere strutturate le prove d’esame

Attualmente in merito non si sa nulla, però è molto probabile che i Concorsi siano divisi per fasi, ovvero nello specifico potrebbero essere strutturati:

  1. Con una selezione tramite una prova selettiva
  2. Con una prova tecnico-professionale
  3. Con una prova orale che sarà integrata con in tirocinio teorico-pratico.