Home Economia Personale Contratto di Registrazione d’Affitto, procedura da seguire e costi

Contratto di Registrazione d’Affitto, procedura da seguire e costi

FCA Acquista Auto o Furgone da Casa! Il Nuovo Servizio che Mette in Contatto Venditori e Clienti

Molte persone che hanno una casa di proprietà che però non usano e stanno pensando di affittarla, probabilmente, non sanno come fare con il Contratto di Registrazione d’Affitto che deve (dopo la sua compilazione) essere depositato per via telematica o cartacea, quindi consegnato direttamente a mano, all’Agenzia delle Entrate.

 

Procedura

Il Contratto di Registrazione d’Affitto deve essere fatto utilizzando il modello RLI e, esattamente come accadeva negli anni passati, anche quest’anno deve essere depositato presso l’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla stipula, ovvero questo vuol dire che il proprietario dell’immobile affittato è obbligato a procedere in questo senso.

Sostanzialmente per registrare il modello RLI, o se si preferisce il Contratto di Registrazione d’Affitto, l’Agenzia delle Entrate offre la possibilità di avvalersi di ben tre diverse modalità, le quali nello specifico sono:

  1. Per via telematica (soluzione questa che è obbligatoria nel caso in cui ad effettuare la registrazione sia un agente immobiliare e per chi possiede un numero di immobili superiore a 10 unità), a patto però che si sia abilitati a usufruire di questo servizio
  2. Registrazione in ufficio, quindi in questo caso il proprietario dell’immobile deve recarsi personalmente alla sede dell’Agenzia delle Entrate, dove richiederà il modulo RLI da compilare
  3. Nominando un intermediario abilitato come il Caf, un professionista del settore (agente immobiliare) e/o un’associazione di categoria oppure un delegato che sarà incaricato di occuparsi della questione

È molto importante sapere che, per quanto concerne la stipula di nuovi Contratti di Affitto, questi devono necessariamente essere accompagnati dalla clausola in cui il conduttore afferma di afferma di avere ricevuto sia la documentazione (obbligatoria) sia tutte le informazioni relative all’APE, ovvero l’attestato di classe energetica.

 

Costi

Per quanto riguarda i costi invece sono previsti il pagamento della tassa di bollo di 16 Euro (che deve essere apportata su tutte e 4 le facciate del Contratto di Registrazione d’Affitto) e di registro, invece le imposte nel caso si aderisse al regime di tassazione a cedolare secca, non sono dovute.