Coop Blocca Prezzi su Prodotti per i Prossimi 2 Mesi! Manovra Anti Speculazione

Coop Blocca Prezzi su Prodotti per i Prossimi 2 Mesi! Manovra Anti Speculazione

La Coop, catena di supermercati, ipermercati e altri format, per antonomasia è una Cooperativa e come tale recepisce le esigenze dei soci che sono anche i clienti stessi che vanno a fare la spesa. Capendo e comprendendo la situazione di emergenza attuale a causa del Coronavirus e le criticità di aver bloccato tutto un paese dal punto di vista economico, nonché le possibili ripercussioni dal punto di vista del potere d’acquisto, l’azienda ha deciso di bloccare i prezzi su circa 18.000 prodotti per i prossimi 2 mesi.

Prezzi Bloccati

Fino al 31 maggio prossimo, dunque, la Coop ha individuato beni alimentari e bevande con il proprio marchio commerciale ovvero prodotte da terzi sui quali attuare questa manovra anti-speculativa e, così facendo, tutelare i singoli clienti da eventuali aumenti repentini di prezzo.

L’Amministratore Delegato di Coop Italia, Maura Latini, ha sottolineato l’intendimento dell’azienda di porsi quale garante sia dal punto di vista dei clienti finali, ma non solo, anche per quanto concerne i propri produttori e allevatori che potrebbero risentire di alcune dinamiche e criticità derivanti dal blocco delle filiere o da aumenti di prezzi repentini per quanto concerne i servizi accessori.


Garanzie per Produttori

A loro è garantita la giusta remunerazione perché possano continuare a lavorare con le giuste misure di sicurezza secondo quanto disposto anche nell’ultimo accordo tra Governo e Sindacati.

Ecco le parole della Dottoressa Latini.

Un impegno concreto per proteggere la spesa delle famiglie e per evitare l’insorgere di rischi speculativi. E’ una misura preventiva che abbiamo deciso di attuare a garanzia dei nostri soci e consumatori.

Inoltre se si rendesse necessario, tuteleremo i nostri produttori e allevatori italiani da altri fenomeni speculativi garantendo loro la giusta remunerazione

Tutela al Latte

Coop in particolar modo starà molto attenta a tutelare la filiera del latte che in questo momento rischia di avere una sovrapproduzione e quindi un calo repentino del prezzo pattuito per l’acquisto del prodotto naturale. A loro l’azienda garantisce lo stesso prezzo previsto precedentemente. Una buona notizia per tutti gli allevatori dunque.