Coronavirus: FCA Inizia a Produrre Mascherine. Riconversione delle Fabbriche

Coronavirus FCA Inizia a Produrre Mascherine. Riconversione delle Fabbriche

Così come avevamo anticipato in un nostro precedente articolo (insieme a Ferrari e Magneti Marelli), Fiat Chrysler Automobiles, nata dalla storica “Fabbrica Italiana Automobili di Torino” ha iniziato oggi a produrre mascherine da utilizzare per il personale sanitario e rendere disponibili a tutti gli italiani.

Emergenza

L’emergenza sanitaria causata dalla pandemia del Coronavirus SARS-Cov-2 necessita del supporto e dell’aiuto di tutta l’industria italiana e molte delle nostre eccellenze si stanno già mettendo in gioco per aiutare il Paese in questo momento tragico riconvertendo le loro produzioni.

La stima prevista da parte dello stabilimento riconvertito da FCA è quella di una produzione di mascherine di 1 milione al mese che poi saranno donate a soccorritori e personale sanitario in prima linea contro questa pandemia.

La Lettera

L’amministratore delegato di FCA Mike Manley lo ha annunciato mediante una lettera inviata a tutti i dipendenti FCA, così come riportato da fonti sindacali. Una missiva in cui si ribadisce la volontà di fare qualcosa e si sottolinea anche la collaborazione messa in piedi per coadiuvare il lavoro della Siare Engineering, azienda bolognese che costruisce ventilatori e respiratori, in modo da consentire loro di raddoppiare la produttività.

Ecco la lettera inviata da Manley che è assolutamente condivisibile sia nello spirito, sia negli obiettivi:

In questi tempi eccezionali stiamo valutando come poter sfruttare l’ingegno e le competenze di Fca per aiutare la comunità (…) i nostri team di engineering e del manufacturing insieme ai colleghi della Ferrari stanno collaborando con Siare Engineering, una delle poche aziende che producono respiratori, per aiutarli a raddoppiare la loro produttività.


A partire da lunedì (oggi n.d.r.) avvieremo tutte le attività necessarie per convertire uno dei nostri stabilimenti alla produzione di mascherine facciali. L’obiettivo è di iniziare la produzione nelle prossime settimane e arrivare a produrre oltre un milione di mascherine al mese che saranno donate ai primi soccorritori e agli operatori sanitari. Poter reindirizzare le nostre risorse a sostegno di chi ne ha più bisogno mi rende orgoglioso di far parte di questa azienda.

Futuro di FCA

L’amministratore delegato ha anche rivolto la sua attenzione verso la stessa società che dirige, la FCA, cercando anche di rassicurare i lavoratori e la continuità aziendale dopo che la crisi e l’emergenza sarà passata. Nella parte finale della missiva, infatti, si sottolinea dapprima la forza del connubio Fiat Chrysler, non dimenticando la prossima fusione con PSA, ora messa in second’ordine, e la volontà di riemergere da questa crisi che riguarda e riguarderà anche l’economia coinvolgendo numerosi aspetti sociali.

A livello globale il nostro settore rappresenta quasi il 6% della produzione economica e l’8% del commercio, e crea milioni di posti di lavoro. Siamo uno dei più importanti motori dell’economia mondiale. Voglio assicurarvi che, oltre a gestire le incombenze più pressanti, sono altrettanto impegnato ad assicurare che Fca emerga da questo momento più forte che mai, proponendosi come un punto cardine nel processo di ripresa e rinnovamento del settore.

Firmato

Mike Manley