Home Salute Coronavirus. Ricciardi: “Seconda Ondata è un’Incognita”. Autunno tra Incertezza e Influenza

Coronavirus. Ricciardi: “Seconda Ondata è un’Incognita”. Autunno tra Incertezza e Influenza

Coronavirus. Ricciardi Seconda Ondata è un'Incognita. Autunno tra Incertezza e Influenza

A margine della Circolare Ministeriale che ha disposto la gratuità del vaccino antinfluenzale contro l’influenza di questo autunno-inverno allargata a tutti quelli che hanno più di 60 anni (e consigliata ai bambini tra 6 mesi e 6 anni, tra le altre categorie), il Consigliere per l’Emergenza Walter Ricciardi ha rivisto anche alcune sue precedenti dichiarazioni sottolineando l’importanza di questa campagna vaccinale.

Le Dichiarazioni

Ricciardi ha sottolineato che in Italia, direttamente o indirettamente, muoiono circa 8.000 persone l’anno a causa dell’influenza normale. In tal senso, il vaccino è cruciale per la protezione degli anziani e dei oggetti  più fragili, oltre che determina una migliore gestione dei pazienti in ottica futura di quella seconda ondata di Coronavirus.

Seconda ondata che, però, ora Walter Ricciardi, reputa come un’incognita e non più come una sicurezza. 

“Resta l’incognita della stagionalità del nuovo coronavirus: potrebbe esaurirsi come Sars e Mers o tornare in autunno-inverno come accade per molti virus respiratori e come farà di sicuro l’influenza. In questo caso quest’anno non ci possiamo far trovare impreparati”

Perché vaccinarsi e chi dovrebbe farlo

Ricciardi punta l’accento sul fatto che chi opera nella sanità o sta a contatto con gli anziani o con le persone fragili, proprio in ragione anche della pandemia e della possibilità di una nuova ondata o altri focolai, debba ancor di più quest’anno fare la vaccinazione antinfluenzale normale proprio per aiutare il sistema e gli ospedali nel diagnosticare e gestire i flussi di pazienti.

A margine di questa decisione, dunque, Ricciardi rivendica la bontà della stessa e sottolinea la raccomandazione ascritta a corredo della campagna vaccinale.