Crociere. Costa si Prepara a Salpare con le Sue Navi, ma Serve Chiarezza sui Protocolli

Crociere. Costa si Prepara a Salpare con le Sue Navi, ma Serve Chiarezza sui Protocolli

Si riparte. Le navi da crociera, finora utilizzate in altro modo, potranno di nuovo solcare i mari con i turisti a bordo e aprire una stagione turistica, seppur ritardata a causa della pandemia da Coronavirus.

Ripartono le Crociere e Riparte Costa

Costa Crociere, dopo aver ringraziato il Premier Giuseppe Conte in modo istituzionalmente e politicamente corretto a seguito della notizia di una graduale ripresa per quanto riguarda i viaggi sulle navi, decisa proprio dal Governo dal 15 agosto prossimo, si prepara dunque al varo dei propri mezzi con tanti turisti attesi.

Michael Thamm, Amministratore Delegato del Gruppo Costa e di Carnival Asia, ha rilasciato, infatti, parole molto importanti nel sottolineare questa possibilità, a seguito della pandemia da Coronavirus e di tutto quanto sta sconvolgendo il mondo intero.

Siamo felici di poter riprendere presto le nostre crociere e vogliamo ringraziare il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, il ministro della Salute, Roberto Speranza e tutte le autorità per la loro costante disponibilità e il loro sostegno

Si tratta di una decisione molto importante per tutto il comparto turistico e per quanto riguarda il PIL italiano, dato che Costa è l’unica compagnia tricolore nel settore e le sue navi caratterizzano tragitti unici e viaggi fantastici, nonché esperienza uniche.

La ripresa delle attività da parte di Costa, sottolinea l’AD, garantirà sostentamento anche a tutto l’indotto legato alle attività crocieristiche, circa 5.000 tra partner e fornitori e oltre 7.500 agenti di viaggio, con un effetto positivo per il comparto del turismo italiano che vale una buona fetta del PIL a due cifre e che tanto ha sofferto e soffrirà di questa crisi economica.

Viaggi Responsabili e Sicuri

Seppur prevalga la felicità, occorre cautela e responsabilità perché il SARS-Cov-2 non è sparito, ma rimane e circola tra le persone. In linea alla tutela della salute dei clienti, ma anche dell’equipaggio e di tutto il personale lavorante sulle navi, Costa lavorerà nei prossimi giorni per redarre e linee guida in linea con questi principi tutelari e con i protocolli governativi.

Così come annunciato da Thamm, dunque, si tornerà alla normalità, ma seguendo tutte le regole e le precauzioni necessarie. Le parole dell’amministratore sono rassicuranti per quanto riguarda la sicurezza di tutti.

La ripresa delle nostre operazioni è però in questa fase, anche una grande responsabilità nei confronti dei nostri ospiti, dei membri del nostro equipaggio e degli abitanti delle comunità che visitiamo con le nostre navi. Nei prossimi giorni, lavoreremo a stretto contatto con le autorità nazionali, locali, i porti e i terminal, il Rina, e internamente, per la piena attuazione dei protocolli emessi dal governo italiano in modo da poter garantire, tutti insieme, un riavvio regolare, organizzato e sicuro delle nostre crociere, sia a bordo sia a terra. A breve saremo quindi lieti di annunciare il programma completo dei nostri itinerari per consentire così a migliaia di affezionati ospiti Costa di tornare a navigare di nuovo con noi per la vacanza che è loro mancata in questi mesi