Home Salute Dormire con il Ventilatore Acceso fa male? Dipende, Vediamo quando si e...

Dormire con il Ventilatore Acceso fa male? Dipende, Vediamo quando si e quando no

Dormire con il Ventilatore Acceso fa male

Quando le temperature arrivano ad essere molto alte e fa molto caldo spesso ci si ritrova a dormire con il ventilatore acceso. E’ una buona o cattiva abitudine? La risposta è, come tante volte, dipende. Vediamo quali sono i casi in cui sarebbe meglio evitare di dormire con il ventilatore acceso, anche se a volte proprio non se ne riesce a fare a meno.

C’è proprio chi non riesce ad addormentarsi senza avere un minimo di senso di fresco e trascorrere un’intera notte in bianco senza dormire sicuramente non fa bene. Ma al tempo stesso, anche dormire con il ventilatore acceso per tutta la notte non porterà benefici al nostro fisico.

Se da una parte quindi il ventilatore potrà dare dei vantaggi facendo circolare l’aria e dando al fisico quella sensazione di fresco che con le alte temperature sembra proprio indispensabile, dall’altra può aumentare le allergie, irritare la gola, gli occhi e la pelle. Potrebbe anche aumentare il rischio di avere una sinusite e portare a dolori muscolare come crampi e torcicollo.

Il ventilatore dovrebbe essere evitato dai soggetti allergici, polline e polveri vengono direzionati tutti dalla stessa parte e colpiscono continuamente le mucose del naso. Anche se la stanza sembra essere pulita, ci sarà sempre della polvere che circola nell’aria.

L’aria secca poi andrà ad irritare soprattutto la gola e potrebbe comportare anche ad avere la sinusite con un conseguente mal di testa.

La scelta quindi, se usare o meno il ventilatore, andrà presa con la consapevolezza che in ogni caso ci saranno dei vantaggi ma anche degli svantaggi.