Emre Can parla di Cristiano Ronaldo, ecco cos’ha detto del Campione della Juventus

Cristiano Ronaldo

A parlare del fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo, svelando degli aneddoti davvero interessanti, è stato l’ex centrocampista della Juventus Erme Can (che attualmente è in prestito al Borussia Dortmund), il quale durante il corso di un’intervista a “Bild” ha svelato alcuni dettagli sul comportamento dell’attaccante.


Nel corso della sua intervista rilasciata a “Bild” Erme Can non si è limitato solamente a raccontare di com’è stata la sua esperienza con la maglia della Juventus, infatti ha anche svelato alcuni interessanti aneddoti che riguardano un suo ex compagno di squadra, nello specifico il fortissimo attaccante portoghese Cristiano Ronaldo.

Ecco quali sono state le sue parole: “Ho visto come vive la sua mentalità vincente. Se perde una partitella in allenamento è di cattivo umore, se la vince invece la festeggia facendola pesare agli avversarsi. Cristiano Ronaldo è un trascinatore“, dalla dichiarazione fatta da Erme Can si può ben capire che il portoghese ha  il sano e giusto agonismo sportivo, che da sempre contraddistingue i grandi Campioni.

 

I motivi che l’hanno portato al Borussia Dortmund

Il centrocampista ha deciso di lasciare la Juventus nella sessione invernale di Calciomercato, Gennaio 2020, in quanto mal tollerava le poche attenzioni che Maurizio Sarri aveva nei suoi confronti, più specificamente non era soddisfatto della poca considerazione del Tecnico.

Infatti come i tifosi bianconeri ben ricorderanno il suo nome non figura nella lista dei giocatori della Champions League, un’esclusione questa che forse Erme Can avrebbe potuto tollerare se almeno in Serie A avesse potuto assaggiare di più il campo, cosa che non è avvenuta.

Per ammissione dello stesso Allenatore non predilige i registi davanti alla difesa, in quanto nel suo modulo è più facile che trovino spazio le mezzali che siano anche in grado di inserirsi nell’azione, cosa questa che non appartiene ad Erme Can che così a Gennaio ha scelto di proseguire la sua carriera altrove, nel Borussia Dortmund, dove le sue caratteristiche tecniche invece vengono apprezzate.