Home Salute Farina di Carrube: No Glutine. Proprietà, Benefici e Ricette per Questi Frutti...

Farina di Carrube: No Glutine. Proprietà, Benefici e Ricette per Questi Frutti Macinati

Carrube

La farina delle carrube è un fantastico surrogato salutista per quanto concerne il cacao amaro, visto che si tratta di frutti macinati dal tipico colore associabile a questo alimento fondamentale in tantissimi preparati e ricette. Si tratta di un cibo molto utile per chi soffre di particolari disturbi (quali allergie o intolleranze) oppure segue un determinato regime alimentare perché molto light e soprattutto senza glutine, ossia gluten free al 100%.

 

Cos’è

Il carrubo, o carrubbio, è un albero tipico delle zone calde, appartenente alla famiglia delle Caesalpiniaceae e al genere Ceratonia, come infatti si nota dal nome in latino (Ceratonia siliqua). Come detto, si tratta di una particolare pianta sempreverde che ama vivere e crescere nelle zone calde: ne possiamo trovare esemplari anche nel nostro Paese, localizzati nel sud Italia.

Le carrube sono i frutti di questo albero capace di presentare in alcuni periodi dell’anno sulla propria chioma sia fiori, sia frutti e finanche le foglie. Le carrube si presentano simili ai baccelli che conosciamo se pensiamo ai piselli o ai fagioli: diversamente da questi che sono verdi oppure rossicci, le carrube hanno un colore prettamente simile al marrone del cacao o del caffè.

Aperti a metà, da questi frutti escono i semi di carrube dalla cui macinazione si ottiene la mitica finira che funge da surrogato del cacao ovvero è utilizzate in tantissimi preparati specifici in ragione delle sue proprietà benefiche. La farina di carrube, infatti, se mangiata e utilizzata nelle varie ricette che non prevedono magari l’utilizzo del glutine, ha riflessi diretti e benefici se soffriamo di mal di pancia o di diarrea, tra le altre proprietà che descriveremo nel prosieguo dell’articolo.

 

Benefici ed Elementi Nutritivi

La farina di carrube, al contrario della farina di grano o di altre simili che conosciamo, non ha il glutine ed è possibile utilizzarla in tantissime preparazione se stiamo seguendo un regime alimentare ovvero una dieta per dimagrire. Si tratta, infatti, di un alimento con pochissime calorie e particolarmente light, adatto per i salutisti e per coloro che vogliono tornare in forma.

Tra gli elementi nutritivi maggiormente presenti nella farina di carrube, abbiamo:

  • Vitamine Gruppo B.
  • Vitamina C (acido ascorbico).
  • Sali Minerali come:
    • Potassio. Elemento coadiuvante per i muscoli e la contrazione muscolare, nonché fondamentale per aiutare il sistema circolatorio.
    • Ferro. Indispensabile per la produzione di emoglobina.
    • Calcio. Fondamentale per le ossa e per tutto quanto riguarda l’apparato scheletrico.
    • Fosforo, Magnesio e Zinco. Insieme, questi tre elementi che spesso ricerchiamo negli integratori alimentari (ad esempio se dobbiamo studiare o seguire un corso particolarmente difficile) hanno un effetto positivo sulla capacità mnemonica, la memoria, e in generale sulle capacità cerebrali nel loro complesso.
  • Zero Glutine. Non finiremo mai di ripeterlo perché è fondamentale per questo alimento.
  • Zuccheri e Carboidrati. La farina di carrube ne contiene molti quindi occorre attenzione se soffriamo di diabete o di altre patologie correlate all’assunzione di questi elementi nutritivi.
  • Pochi grassi. 
  • Fibre. Piena di questi elementi fondamentali per il corretto funzionamento dell’intestino e dei processi digerenti, compresa la peristalsi vera e propria, il fatto che sia ricca di fibre consegue in molti benefici come, ad esempio, la capacità di spegnere la fame. Sostituto diretto del cacao, quindi del cioccolato, la farina di carrube è utilizzabile in caso sentissimo un certo languorino e avessimo voglia di dolce durante una dieta. Grazie a questi fantastici semi potremo soddisfare il nostro desiderio senza fare strappi alla regola, anzi, ne beneficeremo. Pur senza esagerare perché il troppo stroppia sempre.

Possiamo utilizzare questa formidabile farina sia nelle diete dunque, ma anche se abbiamo problemi patologici come l’ipercolesterolemia ( il colesterolo alto), ovvero soffriamo di celiachia. I semi del carrubo di cui è fatta la farina hanno note proprietà astringenti tali da conferirne un effetto quasi terapeutico contro i casi di diarrea e in tutti quelli nei quali c’è un eccesso di liquidi nel corpo.

Se abbiamo la diarrea basta sciogliere qualche cucchiaino di questa meraviglia in un po’ d’acqua tiepida e avremo subito dei benefici. Possiamo anche utilizzare questo metodo naturale con i più piccoli, anzi, è consigliato a meno che non ci siano allergie o potenziali elementi di pericolo. Se i nostri piccoli hanno male al pancino, qualche cucchiaino di farina di carrube non solo li aiuterà a rimettersi in sesto agendo direttamente sul problema (ovviamente nel caso non sia correlato a qualche causa grave), ma li renderà anche felici perché sa di cioccolato.

 

Ricette

Come avrete capito, la farina di carrube è veramente un toccasana e un alimento molto salutare, seppur non proprio diffuso, soprattutto nelle regioni del nord Italia. Questo alimento è infatti parte integrante della cucina siciliana, l’isola e la regione dove sono presenti moltissimi esemplari di carrubo.

In quel della Trinacria, gli abitanti nel corso dei secoli hanno imparato a utilizzare questi semi e ne hanno ricavato delle ricette davvero eccezionali che possono accontentare tutti i gusti. Dalla loro esperienza e maestria, sappiamo che la farina di carrube è utilizzabile come:

  • Addensante. Se dobbiamo preparare delle confetture ovvero delle marmellate, invece di comprare le bustine contenenti la pectina per ottenere una consistenza maggiore del nostro preparato, utilizziamo la farina di carrube aggiungendone qualche cucchiaino durante la preparazione a fuoco lento.
  • Surrogato e sostituto del cacao amaro. Come detto, la farina di carrube nasce come surrogato del cacao che ovviamente non è zuccherato. A tal fine, esistono moltissime ricette per torte e dolci in cui questo alimento è utilizzatissimo e finanche se vogliamo preparare una buona tazza di cioccolata calda. La farina di carrube, inoltre, è più dolce del cacao amaro e del cioccolato fondente, quindi potremo godere di una bevanda davvero gradevole pur senza aggiungere dolcificanti: tutto a favore di una dieta e della salute.
  • Sostituto dello Zucchero. Visto e considerato il basso contenuto di grassi e il sapore dolce naturale, la farina di carrube è spesso utilizzata in alternativa alla zucchero raffinato in preparati e nelle bevande.
  • Pasta Fresca. Tagliando la farina di carrube con altre farine senza glutine come la manitoba o quella di grano saraceno, è anche possibile realizzare capolavori di pasta fresca un po’ diversi dal solito e destinati a essere consumati anche dai celiaci. In alternativa alla pasta che compriamo basata sui legumi, questa con la farina di carrube è una vera gioia per il palato, nonché una delizia per gli occhi.

Proprio in riferimento alla pasta, alimento direttamente associato alla farina, possiamo consigliarvi di ricercare le ricette tipiche siciliane che utilizzano questo tipo di farina per realizzare soprattutto gli gnocchi ovvero le tagliatelle. Fermo restando la possibilità di produrre altri formati e di dare spazio alla fantasia in cucina.

Per realizzare strisce di pasta, o finanche gli gnocchi, basta solo rispettare una regola molto importante, o meglio, una proporzione. Quando vogliamo fare la pasta fresca con questo ingrediente, dobbiamo utilizzare il rapporto 4 a 1, ovvero quattro parti di farina senza glutine e una di farina di carrube.

Se per esempio, volessimo utilizzare 250 grammi di questa farina di carrube per fare la pasta, servirebbe un chilo grammo (quattro parti) di altre farine senza glutine, ad esempio la manitoba.

Un piatto tipico siciliano che vi lasciamo per motivarvi ad acquistare questa farina, è assolutamente delizioso: tagliatelle con farina di carrube e pesto di noci e rucola. Anche gli intolleranti al glutine gioiranno di fronte a cotanta bontà.