Home Mercati Glifosato Monsanto. Bayer Sottoscrive un Accordo? Azioni Volano

Glifosato Monsanto. Bayer Sottoscrive un Accordo? Azioni Volano

Glifosato Monsanto. Bayer Sottoscrive un Accordo Azioni Volano

Buone notizie per l’azienda Bayer che ha subito gravi danni economici e finanziari derivanti dall’acquisizione della Monsanto, azienda leader nella produzione e distribuzione di un noto diserbante Roundup a base di glifosato, estremamente utile e funzionale, ma assolutamente spregevole per quanto riguarda le ripercussioni sulla salute delle persone che lavoravano con questo prodotto, con ripercussioni anche sui prodotti agricoli (quindi sul cibo che mangiamo n.d.r.).

Le azioni Bayer hanno spuntato un buon rialzo dopo la comunicazione di un potenziale accordo su questo tema, in seguito alle innumerevoli cause legali che giustamente le persone ammalate di cancro hanno avviato nei confronti della società tedesca.

Come riportato dal quotidiano tedesco Handelsblatt, l’azienda si sarebbe impegnata a corrispondere un maxi risarcimento a fronte del contenzioso attuale più ingente e cifre più piccole per eventuali cause future già messe a disposizione per deferimenti che potessero sopraggiungere.

La Storia

Bayer acquistò Monsanto nel 2018 e già dopo due mesi un giudice statunitense impose all’azienda acquisita il pagamento di 289 milioni di dollari come risarcimento nei confronti di un guardiano scolastico che si ammalò gravemente utilizzando il Roundup: la diagnosi per lui fu quella del linfa non Hodgkin.

A maggio 2019, un Giudice della Corte Superiore degli Stati Uniti, impose a Bayer il pagamento di 2,5 miliardi di dollari a favore di una coppia californiana che si ammalò della stessa malattia rara.

Bayer si trovò invischiata in oltre 8.000 cause civili in cui moltissime persone denunciavano problemi di salute simili proprio in ragione dell’uso di questo diserbante, marchio acquisito dall’azienda tedesca.

L’Accordo. Cifre Presenti e Future

Secondo la stessa testata, Bayer si sarebbe accordata per il pagamento tra gli 8 e i 10 miliardi di dollari in modo da porre un punto alla questione. Oltre a questo, l’azienda impegna altri 2 miliardi destinati ai risarcimenti per le cause future.

In attesa dell’ufficializzazione di quest’accordo che dovrebbe avvenire nel fine settimana, l’azienda intanto vede un ottimo rendimento per quanto concerne il suo titolo.