Home Economia Personale Il Detersivo in Polvere Rovina la Lavatrice? Quale scegliere

Il Detersivo in Polvere Rovina la Lavatrice? Quale scegliere

Il Detersivo in Polvere Rovina la Lavatrice Quale scegliere

Al giorno d’oggi tutti abbiamo in casa una lavatrice e, di conseguenza per poter fare il bucato dobbiamo utilizzare l’apposito Detersivo. Però in commercio ne esisto di tantissime marche differenti e, soprattutto, in diversi formati che generalmente si dividono in tre categorie diverse, ovvero in polvere, liquido e in capsule.

Ma è vero che il Detersivo in polvere rovina la lavatrice? Dove bisogna versarlo? E tra tutti quelli disponibili sul mercato qual è il migliore da scegliere? Scopriamolo insieme in questo articolo.

 

Il Detersivo in polvere può rovinare la lavatrice?

Nonostante molte persone lo credano, in realtà che il Detersivo in polvere possa rovinare la lavatrice non corrisponde a verità, il suo unico neo consiste nel fatto che tante volte a fine lavaggio possa lasciare dei residui di microgranuli sui capi di colore scuro.

Purtroppo questo accade perché questa tipologia di Detersivo, a maggior ragione quando se ne usa un dosaggio eccessivo, non riesce mai a sciogliersi adeguatamente e di conseguenza sul tessuto rimane un alone bianco, che esteticamente non è bello vedere.

Inoltre è anche molto importante cercare di seguire sempre correttamente le istruzioni per il lavaggio, che sono sempre riportate sulla confezione del detersivo stesso, in modo tale da evitare che una temperatura troppo bassa non consenta alla polvere di sciogliersi e di andare nel tempo a depositare dei residui nelle tubature. Per ovviare a questo problema, fortunatamente, esiste l’anticalcare che si può utilizzare ogni volta che si attacca la lavatrice.

 

Dove bisogna versarlo

Ogni lavatrice è dotata di un apposito cassetto al cui interno sono presenti dei piccoli scomparti dove nella parte destra, oppure quella centrale, va versato il Detersivo in polvere e/o liquido mentre in quella a sinistra va messa l’ammorbidente.

Tra l’altro per riuscire ad ottenere un lavaggio del bucato davvero ottimale è anche opportuno seguire delle piccole e semplici regole, come:

  • Mettere sempre la lavatrice a pieno carico
  • Non utilizzare più detersivo del necessario
  • Impostare quando è possibile la temperatura più bassa, quindi nei casi in cui i capi non siano sporchissimi oppure macchiati
  • Dividere sempre i capi per colore, ricordandosi di metterli in lavatrice sempre al rovescio

 

Qual è il migliore Detersivo da scegliere?

Fondamentalmente non esiste un Detersivo da bucato migliore di un altro, più che altro la scelta dello stesso dipende dalle nostre personali esigenze, in quanto ogni categoria presenta delle caratteristica diverse. Ovvero, per essere più precisi:

  • Il Detersivo in Polvere

È particolarmente indicato per lavare i capi bianchi, in quanto è in grado di smacchiarli anche a basse temperature, senza contare che possedendo pochissimi coloranti e conservanti ha un minor impatto ambientale e inquina decisamente meno.

  • Il Detersivo liquido

È molto adatto sia per i capi colorati che quelli bianchi, in quanto sciogliendosi adeguatamente a contatto con l’acqua non lascia sui vestiti nessun alone post lavaggio, inoltre è anche in grado di smacchiare senza andare a rovinare i capi scuri

  • Il Detersivo in capsule

È sicuramente il più pratico attualmente in commercio, in quanto è confezionato in monodose di detersivo liquido e va messo direttamente dentro al cestello insieme al bucato. Di contro però è anche quello meno economico senza contare che nel caso si dovesse fare un lavaggio eccezionale, quindi superiore al normale, diventa particolarmente complicato dosarlo correttamente.