Home Economia ISTAT: 400Mila Occupati in Meno a Causa del Lockdown. La Stima dell’Istituto

ISTAT: 400Mila Occupati in Meno a Causa del Lockdown. La Stima dell’Istituto

ISTAT 400Mila Occupati in Meno a Causa del Lockdown. La Stima dell'Istituto

Il Direttore per la Produzione statistica dell’Istat, audito in Commissione Lavoro al Senato, ha rappresentato uno scenario già molto grave per quanto concerne il tasso di occupazione in Italia, fortemente a rischio, con tutte le ripercussioni della questione sulla spesa pubblica, dato che chi poi non acquisisce reddito andrà aiutato con misure e strumenti ad hoc (Naspi, Reddito di Cittadinanza, etc.).

La Situazione Critica

La crisi economica e il rischio imprenditoriale, rischiano seriamente di travolgere il settore occupazionale di uno Stato, l’Italia, che per il momento gode degli acquisti da parte della BCE e di una prospettiva futura ingente sui soldi che dovrebbero arrivare dal Recovery Fund (forse nel 2021), ma questo potrebbe non bastare a porci al riparo dalle intemperanze finanziarie.

I soldi, purtroppo, non sono ancora arrivati ai settori produttivi come ci si attendeva, tramite le misure poste in essere e la famosa potenza di fuoco del Decreto Liquidità. Una volta terminato il blocco dei licenziamenti, dopo l’estate, arriverà anche la batosta inerente il cumulo delle scadenze fiscali a settembre, finora posticipate (possibile rateizzare nei quattro mesi fino a fine anno) e per molte imprese potrebbe essere difficile sostenersi.

I Numeri di Istat

Istat, inoltre, già solo analizzando il lockdown e il blocco totale delle attività per il mese di aprile, stima una riduzione dei consumi di -4,1% su base annua (2020), un calo del valore aggiunto di -1,9% e purtroppo un danno per tutti i cittadini italiani che potrebbero perdere il lavoro già solo in funzione di questi trend macroeconomici (senza contare, dunque, la possibilità che molti potrebbero chiudere e che si rischia davvero un tasso di disoccupazione altissimo).

Stimati poco meno di 400mila persone occupate in meno, solo a causa del lockdown di aprile, per la precisione 385mila, 2,2 punti percentuali per quanto riguarda il tasso da considerare nell’analisi generale.