Lotteria Degli Scontrini. L’Italia è un Paese di Giocatori? Via alle Estrazioni: Premi e Modalità

Finanziamento con Maxi Rata Finale Conviene Cos'è e Come Funziona

Nella manovra appena emanata, il Governo ha definito la famosa lotteria degli scontrini tesa a limitare l’evasione fiscale. A tal proposito, sta pianificando gli ultimi dettagli di un’operazione non certo innovativa (già è attiva in altri Stati e ci baseremo sul modello portoghese) ma che già divide l’opinione pubblica e determina una domanda palese: l’Italia è un paese di giocatori?


Quando vale per noi l’azzardo in una nazione nella quale la cabala la fa da padrone più della fattualità vera e propria ed a differenza del tempo dei romani ci sta rimanendo solo la parte “cirsenses” senza nemmeno il pane? (dal detto latino “panem et circenses”, pane e giochi).

Tra poco ci troveremo sotto le festività natalizie ed al fianco della solita tombola in famiglia e tra gli innumerevoli giochi d’azzardo presenti off line ed on line, tra smorfia e l’antico lotto sempreverde, arriverà la lotteria degli scontrini!

 

Lotteria degli Scontrini 2020: Come Funziona

A partire dal 1° gennaio 2020 non solo festeggeremo il nuovo anno, ma potremo anche vincere premi ogni volta che entreremo in possesso di uno scontrino fiscale. Il Governo sta definendo e redigendo le istruzioni che gli esercenti, ovverossia i negozi commerciali, dovranno seguire per inviare i dati necessari alla partecipazione di diritto a questo gioco.

Se da un lato aumenta la tensione per una possibilità di vincita nei consumatori, dal punto di vista degli esercenti aumenta allo stesso modo l’ansia nel dover utilizzare nuove metodologie informatiche per comunicare sia questi dati, sia i corrispettivi personali mediante procedure telematiche direttamente all’Agenzia delle Entrate.

Ciò che è accaduto e sta accadendo con l’ISA tra i commercialisti, potrebbe facilmente trovare conferma in questo intendimento, ma staremo a vedere.

 

Lotteria degli Scontrini 2020: Come si Partecipa

Il cittadino potrà partecipare alla lotteria richiedendo un codice univoco scaricabile dal portale web progettato ed adibito per il gioco stesso: dopo aver fatto questo, basterà presentarlo all’esercente al momento dell’emissione dello scontrino. Fino al 30 giugno sono esclusi da questa possibilità gli acquisti nelle farmacie e i medici, ossia i corrispettivi che sono già identificati ed inviati al Sistema tessera sanitaria.

Per partecipare, basterà comunicare questo codice all’esercente prima che emetta lo scontrino palesando la volontà di accedere al concorso ed in questo modo obbligando il negoziante ad emettere ricevuta (la finalità del proposito).

Tutti gli scontrini danno diritto a partecipare, a partire da 1 euro in su ed in base a determinate tabelle: maggiore l’importo, maggiori saranno le “partecipazioni”, ma aspettiamo il regolamento definitivo per chiarire il tutto.

Naturalmente gli esercenti saranno coadiuvati dalle più moderne tecnologie per velocizzare e rendere fluido tutto il complicato processo di ricezione e trasmissione dei dati in tempo reale. Entro la fine di quest’anno, infatti, tutti i modelli di registratori telematici sono configurati per interfacciarsi con il portale web dell’Agenzia delle Entrate e trasmettere i dati necessari alla partecipazione in base a quanto descritto nella Legge n°232/2016.

Il negoziante potrà acquisire, anche tramite lettura ottica, il codice univoco identificativo del cliente a cui emetterà lo scontrino. Il registratore telematico (RT, uno di quelli in grado di collegarsi ad internet) registrerà tutti i dati della giornata, redarrà il record e lo invierà al portale dell’Agenzia delle Entrate alla chiusura dell’esercizio.

In alternativa, il negoziante potrà anche utilizzare la procedura web denominata “documento commerciale online” disponibile sempre sul portale dell’Agenzia delle Entrate alla sezione “Fatture e Corrispettivi”.

 

Lotteria degli Scontrini 2020: i Premi e la Privacy

I Premi sono ancora in fase di definizione, ma da quanto emerge la lotteria degli scontrini 2020 dovrebbe essere abbastanza ricca. Di certo non all’altezza degli innumerevoli giochi presenti nel panorama italiano, ma si spera abbia un giusto appeal sugli italiani, vista anche la gratuità della partecipazione.

Le estrazioni dovrebbero essere settimanali e prevedere tre premi:

  • 1° Premio 50.000€.
  • 2° Premio 20.000€.
  • 3° Premio 1.000€.

Alla fine dell’anno, invece, sarà estratto un unico scontrino ed il fortunato vincitore diventerà milionario aggiudicandosi 1.000.000 di euro.

Come abbiamo accennato, la lotteria italiana seguirà l’esempio del modello portoghese grazie al quale sono riusciti ad aumentare del 30% gli scontrini emessi (riducendo di pari grado l’evasione fiscale).

Per quanto concerne la Privacy, il Garante per il Trattamento dei Dati, analizzati gli intendimenti, le norme e le regolamentazioni, ha rilasciato parere positivo a questa lotteria degli scontrini concordando le modalità di trattamento dei dati stessi con il soggetto responsabile, ossia l’Agenzia delle Entrate. La quale rispetterà tutte le normative in maniera di riservatezza e protezione utilizzando gli strumenti più idonei.

Che altro dire?

Buona fortuna o boa sorte!