Home Economia Personale Numismatica: Quali Sono le Monete da 2€ Euro che hanno Valore e...

Numismatica: Quali Sono le Monete da 2€ Euro che hanno Valore e sono da Collezione

Monete da 2€ Euro che hanno Valore

L’euro è oramai la moneta unica europea da un ventennio e di certo nessuno si è mai interessato di controllare e collezionare le monete, come fanno gli esperti di numismatica. Questo perché siamo abituati ad utilizzarle nel presente e non ci rendiamo conto della loro diversità.

Alcuni, sin dall’inizio, hanno pensato di completare le serie di molti paesi, complice una certa voglia di possedere queste nuovissime monete, ma a lungo andare la cosa è un po’ scemata, come accade spesso nel collezionismo.

La verità è che alcuni paesi membri dell’Unione Euroopea aderenti all’Eurozona (quelli che hanno adottato la moneta unica), hanno già messo e coniato alcuni pezzi in edizione limitata. Oggi questi pezzi, se presenti nella vostra tasca, ovvero nel vostro salvadanaio, possono valere molto più di quanto c’è scritto sopra la moneta stessa.

In particolare i vari paesi hanno utilizzato la moneta da 2€ per realizzare versioni celebrative ovvero in edizione limitata. Il noto portale Flooxer Now, grazie alla collaborazione di numerosi esperti di numismatica, ha fatto una selezione delle più preziose tra queste, analizzando tutte le serie particolari prodotte dal 2004 ad oggi.

Alcune di queste possono valere (dipende sempre dalla qualità della moneta e dalla volontà di un compratore ad acquistarla, meccanica sulla quale si basa il collezionismo stesso) poche decine di euro, ma altre possono anche raggiungere singolarmente i 2.000 euro e superare questa soglia.

Eccone alcuni esempi di monete da due euro preziose, compreso il valore stimato.

 

San Marino 2004

Il piccolo paese nell’entroterra romagnolo fa parte dell’Eurozona, ma non dell’UE. Nel 2004 la Repubblica coniò una serie limitata di monete da due euro (circa 110mila) dedicate a Bartolomeo Borghesi, storico e numismatico italiano. Se possedete questa moneta da due euro, allora il suo valore oscilla tra i 150€ ed i 200€, a seconda delle condizioni d’usura.

 

Finlandia 2004

Il paese che fa parte della Scandinavia, coniò 500mila monete da due euro celebrative dei dieci nuovi paesi membri della UE. La tiratura è stata cospicua, ma il valore storico è indiscutibile. La moneta può valere, secondo gli esperti, oltre 50€.

 

Vaticano 2005

In concomitanza alla Giornata Mondiale della Gioventù celebrata a Colonia, in Germania, la Santa Sede coniò 100mila monete per celebrare l’evento. Questa moneta da 2 € può arrivare a valore anche oltre 300€.

 

Belgio 2006

Questa è una vera e propria chicca. La moneta belga da due euro per celebrare il restauro e la riapertura dell’Atomium di Bruxelles. Una delle più amate dai collezionisti appassionati di numismatica, il valore non supera i 30€ a causa della forte tiratura (6 milioni di pezzi).

 

Slovenia 2007

In concomitanza del cinquantesimo anniversario dei Trattati di Roma e l’istituzione della CEE (Comunità Economica Europea), a cui seguì poi l’Unione Europea, la Slovenia celebrò la ricorrenza coniando una moneta particolare in soli 40mila esemplari. Questa moneta da 2 euro può arrivare a valere anche 50€ se in buone condizioni.

 

Monaco 2007

Il Principato decise di onorare la memoria della principessa Grace Kelly per il 25° anniversario della sua scomparsa. L’attrice statunitense, moglie del principe Ranieri, fu commemorata con l’emissione di una moneta da due euro in tiratura limitatissima (duemila pezzi). A soli 12 anni di distanza, quella moneta può arrivare a valere oltre 1.500€ – 2.000€.

 

Germania 2008

Questa moneta da due euro è un esempio di quelle che assumono valore non a causa della tiratura limitata o di una celebrazione, ma a causa di un errore. L’Unione Europea aveva cambiato la mappa rappresentata su uno dei due lati delle monete l’anno precedente per aggiornarla annettendo i nuovi paesi membri: la Germania no. Stampò quei due euro con la vecchia carta geografica. Questi pezzi possono valere fino a 50€ l’uno.

 

Spagna 2009

Per il decimo anniversario della UE, il paese iberico decise di coniare un’edizione limitata della moneta da due euro in 100mila esemplari. Oltre questo piccolo numero, è anche presente un errore: le stelle presenti su un lato della moneta sono più grandi rispetto alle monete da due euro standard. Purtroppo per ora il valore per i collezionisti non supera i 20€.

 

Malta 2011

Per la commemorazione delle prime elezioni del 1849, lo stato maltese pensò di coniare una moneta da 2€ speciale e ne fece 430mila esemplare. Il valore attuale oscilla tra i 15€ ed i 25€.

 

Monaco 2012

Per la celebrazione dei cinque secoli dall’indipendenza, nel Principato di Monaco si decise di coniare monete da 2€ in edizione limitata. Il valore attuale di questi pezzi si aggira sui 550€ ed oltre.

 

Monaco 2013

Sempre protagonista il piccolo paese, questa volta si festeggiavano i venti anni dall’ingresso del Principato nell’Organizzazione delle Nazioni Unite (acronimo ONU). Gli esemplari in circolazione sarebbero solo 10mila. Il valore di queste monete può superare anche i 400€.

 

Monaco 2015

Sempre super protagonista di questa speciale lista, il Principato coniò una moneta da 2€ per celebrare gli otto secoli dalla costruzione del primo castello sul territorio. Questa moneta, nonostante i pochi anni di distanza (appena quattro), vale tantissimo anche a causa delle qualità intrinseche ai pochi pezzi: la lega utilizzata è di qualità molto superiore a quella standard (è bimetallica). Il valore attuale supera i 1.500€.

 

Fermo restando il principio in base al quale, se possedete queste monete, potete attendere che accumulino valore, anche in base al tempo, vi ribadiamo che il collezionismo, la numismatica appunto, segue regole molto particolari nonostante alcuni standard oramai consolidati. Rarità, qualità e domanda. Senza quest’ultima non c’è valore ulteriore se non quello iscritto sulla moneta o su un altro oggetto da collezione.