Home Economia Personale Numero Carta di Credito, cosa significano le cifre e come capire se...

Numero Carta di Credito, cosa significano le cifre e come capire se è vera o falsa

Carta di Credito American Express: Come Funziona, Costi, Richiesta e Limite del Fido

Per garantire la sicurezza dei pagamenti e riuscire a identificare l’intestatario tutte le Credit Card possiedono un Numero di Carta di Credito, a cui sono anche sempre affiancati dei codici essenziali. Ma quali sono i numeri per effettuare i pagamenti? E qual è il significato delle cifre presenti sulla propria carta?

Chiunque possiede una Carta di Credito deve essere anche in grado di riconoscere e distinguere i numeri stampati sopra, perché in questo modo è possibile effettuare pagamenti online inserendo non solo le cifre giuste ma anche i dati essenziali per concludere l’operazione:

  • Tutte le Credit Card hanno un Numero di Carta di Credito che funziona come identificativo, questo è sempre composto da un numero di cifre che va da un minimo di 13 fino a un massimo di 16, generalmente si trova sul davanti della carta ma alcune volte può essere riportato anche sul retro
  • Il nome e il cognome della persona a cui la Carta di Credito è intestata
  • Il Card Verification Code (CVC), ovvero le ultime tre cifre della Credit Card che viene sempre stampato sul retro della stessa
  • Il Codice di Sicurezza o PIN che è stato impostato direttamente dal proprietario

 

Cosa Significano le Cifre sul Retro

La prima cifra che si trova nel Numero della Carta di Credito corrisponde all’identificativo del circuto di appartenenza, ovvero più specificamente per stabilire se si è in possesso di una Mastercard, una Visa, un’American Express oppure una Diners Club a cui, giusto per informazione, corrisponde rispettivamente il numero:

  • 5
  • 4
  • 3
  • 6

Mentre i numeri successivi indicano l’Istituto Bancario che ha rilasciato la Carta di Credito, il Codice IBAN (che più precisamente è riportato dalla seconda alla sesta cifra) e il numero di Conto Corrente intestato al proprietario della Credit Card (che per chi non lo sapesse è riportato esattamente tra la settima e la quindicesima cifra).

Invece la sequenza finale corrisponde al cosiddetto Numero di Controllo, il quale si ottiene grazie all’elaborazione di un determinato algoritmo che generalmente corrisponde a quello di Luhn, il quale per chi non lo sapesse è anche il più utilizzato, sostanzialmente questo è una tipologia di numero che serve principalmente per salvaguardare l’intestatario nel caso commetta un errore o, nel caso peggiore, cadesse vittima di qualche truffa.

 

Come Capire se una Carta di Credito è Vera o Falsa

Forse non tutti sanno che quando si effettuano acquisti online la maggior parte delle persone vuole evitare di inserire il proprio Numero di Carta di Credito, quindi per procedere preferiscono utilizzare il sistema OTP, il quale permette di generare una sequenza numerica temporanea.

A questo punto però il problema è come riuscire a distinguere una Credit Card vera da una falsa, o più precisamente se il numero identificativo è reale, fortunatamente occorre solo verificare alcuni piccoli dettagli come:

  • Il Numero che si trova posto sul davanti, quindi in rilievo, deve corrispondere esattamente a quello più piccolo che si trova o in basso oppure in alto
  • I nomi del circuito utilizzato, come ad esempio Visa o MasterCard, viene inciso utilizzando un font in corsivo e mai uno base
  • Grazie ai raggi di una lampada UV, sotto cui si può tranquillamente passare la Carta di Credito, si possono vedere alcune peculiarità uniche come il fatto che in una Visa c’è una colomba e una MasterCard le lettere M e C.