Home Economia Personale Pagamento Bollette Hera in Ritardo. Come Dimostrare i Pagamenti, Costi e Cosa...

Pagamento Bollette Hera in Ritardo. Come Dimostrare i Pagamenti, Costi e Cosa Accade in Caso di Sollecito

Pagamento Bollette Hera in Ritardo. Come Dimostrare i Pagamenti, Costi e Cosa Accade in Caso di Sollecito

In caso il pagamento delle bollette dell’organizzazione HERA avvenga in ritardo, per quanto concerne le utenze acqua, luce e gas, il fornitore potrebbe anche sospendere la fornitura dopo il sollecito di pagamento. Niente paura. Basta saldare il debito e l’erogazione del servizio continuerà normalmente.

Bolletta Web

Se il problema si ripresenta spesso e la colpa non è riconducibile a dimenticanze o problemi personali, ma alle poste e ritardi legati alla consegna, è sempre disponibile il servizio denominato “bolletta web” sulla piattaforma online. Per attivarlo, basta chiamare il servizio clienti HERA (indicato nel capitolo “numero verde”) e richiedere l’attivazione della ricezione delle fattura via email, ovvero attivarlo contestualmente sul sito web nella sezione dedicata. Basterà registrarsi, inserire le proprie credenziali per accedere all’area clienti e trovare la sezione richiedendo contestualmente l’attivazione del servizio tramite pulsante dedicato.

Costo Pagamento in Ritardo

In caso non riceviate la bolletta o dimentichiate di pagarla, il fornitore vi metterà in mora e la politica di HERA non fa di certo eccezione a quanto prevede la normativa.

Questo significa che il cliente dovrà rifondere la società erogatrice non solo dell’importo ascritto in fattura, ma anche degli interessi detti di mora previsti nelle Condizioni Generali di Contratto ed eventualmente anche di altre componenti di costo quali:

  • Spese Postali di invio lettera di sollecito.
  • Spese Postali di invio lettera di diffida.

Ricapitolando, dunque, il cliente che paga in ritardo, dovrà rifondere gli interessi di mora calcolati su un tasso d’interesse annuale applicato al numero di giorni di ritardo nel pagamento delle forniture di luce, gas e acqua ed eventualmente le spese postali a cui Hera ha fatto fronte. Più aspettiamo per pagare, dunque, più ci costerà.

Iter e Rateizzazione Importo

In ogni caso, a tutela del cliente finale, l’autorità ha stabilito con la Delibera AEEG n° 229/01 all’articolo 8.3 che la società debba inviare un primo sollecito per richiedere il pagamento di fatture arretrate e solo in caso di mancato saldo un secondo sollecito e infine la lettera di diffida legale a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. Solo a questo punto potrà sospendere l’erogazione del servizio e adoperarsi per quanto concerne la riscossione del credito, fermo restando le norme e le leggi vigenti.

Tutto questo iter si blocca se il cliente, nonostante le bollette siano scadute, si adopera per richiedere una rateizzazione del debito recandosi presso gli sportelli HERA e/o chiamando il call center al numero verde (indicato nel capitolo “numero verde”). Il tempo massimo entro il quale si può richiedere la rateizzazione è:

  • Entro 30 giorni dall’emissione della bolletta. In caso il contratto sottoscritto di fornitura sia attivo nel servizio tutelato.
  • Entro i tempi previsti dalle Condizioni nel Contratto se questo è attivo nel mercato libero.

Come Pagare e Comunicare il Pagamento di una Fattura

Una volta ricevuto il sollecito di pagamento da HERA, avremo a disposizione diverse modalità di pagamento con le quali saldare il nostro debito, comprensivo di tutte le spese e gli interessi di mora entro la data indicata quale ultima nel sollecito stesso. Potremo utilizzare questi metodi indifferentemente

  • Addebito Bancario su C/C.
  • Pagamento tramite Bollettino Postale.
  • Pagamento online tramite carta di credito.
  • Pagamento presso i Punti Vendita Lottomatica.
  • Pagamento presso le Ricevitorie Sisal.
  • Pagamento presso le casse dei supermercati facenti parte delle catene “Coop Adriatica” e “Coop Estense” (disponibile solo in Emilia-Romagna).

Se abbiamo già provveduto a pagare una fattura, possiamo comunicare ad HERA l’avvenuto pagamento per evitare problemi utilizzando i seguenti canali:

  • Invio di un Fax con la ricevuta del pagamento al numero: 0542 843 129
  • Invio di una email indicando Nome, Cognome, Codice Cliente e allegando la ricevuta del pagamento digitalizzata all’indirizzo: pagamenti@gruppohera.it
  • Utilizzando l’App HeraOnline disponibile e scaricabile per Android o iOS. Una volta scaricata e installata l’App sul vostro smartphone o sul tablet, avrete a disposizione una vasta gamma di servizi tra i quali
    • Comunicazione autolettura consumi.
    • Monitoraggio e controllo dei consumi addebitati.
    • Gestione delle bollette e dei contratti.
    • Comunicazione degli avvenuti pagamenti.

Cosa Succede se non Pago dopo Sollecito

In caso di mancato pagamento dopo il sollecito, HERA invierà al cliente moroso, per mezzo di PEC, Raccomandata o SMS, una diffida legale nella quale darà un preavviso di sospensione al soggetto stesso.

In caso di mancato pagamento successivo a questa diffida, il gestore porrà in essere quanto stabilito dalla legge in ragione del tipo di fornitura, ossia:

  • Energia Elettrica. Riduzione della potenza disponibile del contatore di -15%. Dopo 15 giorni la fornitura sarà sospesa. Dopo 10 giorni ulteriori, il contatore sarà chiuso.
  • Gas. Il Contratto sarà chiuso dopo dieci giorni dalla sospensione della fornitura. Se il contatore è localizzato tra le mura domestica, quindi inaccessibile per gli operatori dell’HERA, questi taglieranno la colonna montante e i costi dell’operazione saranno tutti addebitati al cliente moroso. In caso non sia possibile nemmeno quest’operazione, HERA procederà a una cessazione amministrativa del contratto.

Numero Verde

In caso abbiate bisogno di contattare il Servizio Clienti Hera, l’azienda mette a disposizione dei clienti un numero verde gratuito sia per chi chiama da fisso, sia per chi chiama da dispositivo mobile:

  • Numero telefonico: 800 999 500. 

Gli operatori daranno informazioni inerenti le forniture di gas, acqua, luce e risolveranno tutte le vostre problematiche o vi indirizzeranno alle procedure da porre in essere rispondendo alle vostre istanze dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 22.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle 18.00.

Sarà possibile, come anticipato e tra le altre cose, comunicare l’autolettura, chiedere informazioni e addirittura richiedere il ritiro presso il proprio domicilio di rifiuti ingombranti secondo quanto disposto dal Contratto di Servizio (chiedere maggiori informazioni all’operatore).