Pagamento Pensioni di Giugno. Quando Saranno Pagate e Come Incassare

Pagamento Pensioni di Giugno. Quando Saranno Pagate e Come Incassare

E’ stato pubblicato il calendario dei pagamenti per quanto concerne le pensioni del mese di giugno che, come ben sappiamo, a causa della pandemia da Coronavirus, saranno pagate in anticipo così come accaduto nei mesi precedenti.


Il pagamento anticipato, si ricorda, riguarda coloro che accreditano la pensione su un conto corrente o altro strumento postale, non chi lo detiene in banca: per questi ultimi, infatti, l’accredito della pensione avverrà sempre nelle modalità normali, ossia il primo giorno bancabile del mese. La pensione di giugno alle persone che la ricevono in banca, dunque, sarà accreditata il giorno 1 giugno 2020.

Quando

I titolari di un conto corrente postale o di un altro strumento reso disponibile dalle Poste sul quale è possibile ed è stato deciso dal titolare l’accredito della pensione, potranno recarsi presso l’ente in ragione del loro cognome.

Fermo restando la possibilità di ritirare la pensione mediante uno sportello automatico Postamat già dal 26 maggio 2020, in ragione del possesso di una Carta Postamat, una Carta Libretto o una Postepay Evolution (strumenti con i quali non si deve entrare nell’Ufficio e si può prelevare il contante presso uno sportello esterno dunque) correlata al Libretto Risparmio o al Conto BancoPosta, chi dovrà entrare all’interno degli uffici, dovrà seguire il calendario stando attento all’iniziale del suo cognome:

  • Iniziale del cognome compresa dalla A alla B. Martedì 26 maggio.
  • Iniziale del cognome comprea dalla C alla D Mercoledì 27 maggio.
  • Iniziale del cognome compresa dalla E alla K. Giovedì 28 maggio.
  • Iniziale del cognome compresa dalla L alla O. Venerdì 29 maggio.
  • Iniziale del cognome compresa dalla P alla R. Sabato Mattina 30 maggio.
  • Iniziale del cognome compresa dalla S alla Z. Lunedì 1° giugno.

Consegna a Domicilio per Over 75

Nel caso abbiate più di 75 anni di età, Poste Italiane ha attivo il servizio, richiedibile telefonando al numero verde dell’ente (803 160) per il trasferimento della pensione in contanti direttamente a casa, a domicilio. I Carabinieri si preoccuperanno di consegnare al pensionato il denaro senza che questi debba recarsi presso gli Uffici Postali.

Regole da Seguire

Poste Italiane ha disposto anche alcune nuove regole e norme da seguire per ritirare il denaro presso gli Uffici per garantire la salute e la tutela sia dei clienti, sia degli operatori. Prima di entrare nell’Ufficio, è obbligatorio indossare in modo ottimale (quindi su naso e bocca coperti totalmente) la mascherina protettiva ed entrare solo all’uscita dei clienti precedenti, senza intasare l’interno, ma attendendo fuori il proprio turno.

Oltre a questo, occorre rispettare la distanza minima di un metro, sia all’interno delle sale aperte al pubblico, sia all’esterno.