Home Economia Personale Pensione di Invalidità Civile, grazie al piano Colao gli assegni potrebbero essere...

Pensione di Invalidità Civile, grazie al piano Colao gli assegni potrebbero essere aumentati

Pensione di 286 Euro per i disabili

La task force guidata da Vittorio Colao ha presentato nel corso degli Stati Generali dell’Economia un piano, o meglio un documento di 9 pagine con misure utili per rilanciare l’Italia, al cui interno sono state contemplate anche le Pensioni di invalidità civile, ovvero si è richiesto al Governo di valutare un aumento delle prestazioni economiche.

 

Pensioni di invalidità civile, cosa è stato detto in merito durante gli Stati Generali dell’Economia

A quanto sembra per i milioni di invalidi civili italiani ci sarebbero buone probabilità di avere un assegno più consistente, a riportarlo è stata l’Anmic (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) che tramite un comunicato ufficiale ha fatto sapere che, molto probabilmente, questa volta il Governo prenderà seriamente in esame il problema dell’aumento delle Pensioni di invalidità.

L’Associazione si è dichiarata molto soddisfatta del fatto che il Governo, durante lo svolgimento degli Stati Generali, ha finalmente voluto aprirsi verso il mondo degli invalidi civili prendendone atto con il Documento presentato dal Piano Colao, il quale al punto 8 ha specificato che per tutte le persone a cui è stata riconosciuta una disabilità tra il 75% ed il 100% va aumentata la cifra dell’assegno.

Comunque, allo stato attuale non è possibile sapere i dettagli che riguardano i potenziali beneficiari a cui potrebbe essere erogato l’aumento, il quale molto probabilmente è stato preso in considerazione dal nostro esecutivo dopo le tantissime proteste nate sui Social Network ma soprattutto grazie alla spinta delle Associazioni di Categoria, in quanto ad oggi gli invalidi civili percepiscono un assegno, pari a 13 mensilità, di circa 285 Euro.

Sullo svolgimento degli Stati Generali Nazaro Pagano, il  Presidente della Anmic, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ci fa piacere che questa task force abbia preso atto della necessità di incremento degli assegni dopo lustri di battaglia da parte dell’Anmic. Ci saremmo aspettati un atto di buona volontà nel decreto Rilancio, viste le difficoltà in questa fase di emergenza, ci auguriamo che si possa una buona volta affrontare la questione seriamente e definitivamente con la prossima Legge di Bilancio. Naturalmente va aggiunta anche la revisione di tutte le procedure per l’accertamento dell’invalidità civile“.