Home Intrattenimento Pietre Portafortuna dei Segni Zodiacali, Scopriamo Quali Sono e Perché

Pietre Portafortuna dei Segni Zodiacali, Scopriamo Quali Sono e Perché

Pietre Portafortuna dei Segni Zodiacali, Scopriamo Quali Sono e Perché

Le donne (ma anche molti uomini) amano i gioielli e le pietre preziose, ma un po’ tutti ammiriamo e siamo attratti dalle diverse formazioni che il nostro pianeta Terra ci regali, numerosi cristalli che spesso sono incastonati in gioie ed opere confezionate per rendere felici i nostri cari o per noi stessi.

Avvicinandosi alle festività, le pietre possono diventare anche una meravigliosa idea regalo, soprattutto se conosciamo a fondo il significato intrinseco del materiale stesso, così come riportato dagli antichi e rappresentato dai segni zodiacali.

Le pietre portafortuna sono infatti particolari cristalli associati ai segni del nostro zodiaco per proprietà, caratteristiche e predisposizioni naturali: nonostante ci sia scetticismo sull’oroscopo sull’elaborazione dei cosiddetti “temi Natale” (le congiunzioni e la mappa astrale dedicata al giorno e l’ora in cui siamo nati), l’influenza degli astri è validata dal nostro stesso satellite, la Luna.

La Luna, infatti, oltre ad affascinare e stupire nelle notti stellate, illuminando, schiarendo e donando luce fulgida in seno alle tenebre della notte, influenza anche le maree, qualche patologia (reumatismi, etc.) ed anche l’umore di alcune persone, fino alla patologia vera (pensiamo al licantropismo).

Senza voler tessere le lodi dell’oroscopo, né sminuirlo, l’uomo da sempre cerca di trovare negli elementi qualcosa che lo protegga e lo faccia sentire sicuro, nonché gli dia ragioni di vivere ed un destino elaborato, nonché complesso. Proprio per questo, anche nell’antichità, le popolazioni antiche credevano negli oggetti e costruivano talismani ed amuleti per i quali combattevano anche.

Questi oggetti apotropaici (ossia portavano fortuna) erano utilizzati per sentirsi protetti e sicuri contro carestie, eventi naturali calamitosi, ovvero dal fato e dalla sfortuna che poteva accanirsi. Sebbene la superstizione sia oramai qualcosa di anacronistico, rimane in certe culture la cabala, la smorfia e pure la credenza che alcuni oggetti possano davvero influenzare il nostro destino e la nostra “fortuna”, intesa in senso latino, ossia il fato.

Così come diceva il grandissimo Eduardo De Filippo, in un celebre aforismo divenuto leggenda: “essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male!

Le pietre, nonostante chi creda sia anacronistico pensare abbiano qualche influenza sulla nostra vita, sono sempre più spesso utilizzate anche nelle pratiche moderne proprio a causa di numerosi benefici derivanti da queste. Pensiamo, ad esempio, ai centri massaggi, a quelli benessere, alle SPA ed alla cristalloterapia o ancora alle proprietà elettromagnetiche di alcuni elementi utilizzati proprio in alcune pratiche manipolatorie e stimolanti. Senza dimenticare i benefici derivanti dalla cromoterapia, alla quale i cristalli sono molto legati, vista la risonanza delle colorazioni e dei colori.

Senza scomodare la diatriba millennaria tra scienza ed arti magiche o alchemiche, possiamo sicuramente dire che le persone continuano ad amare l’oroscopo e le pietre associate ai segni zodiacali perché trovano affinità con questi o, perlomeno, come accadeva nel passato, ritrovano sicurezza e finanche tranquillità.

 

Quali Sono

Come abbiamo già anticipato, quella delle pietre portafortuna è una pratica millennaria che affonda le radici in usi e consuetudini che sono giunti fino al giorno d’oggi, seppur trasformati e rivisti in una logica tutta consumistica. Ad esempio, quando si nasceva, potevano metterti al collo una pietra natale relativa proprio al periodo in cui eri nato e con un fine beneaugurante per la fortuna nella vita.

Ovviamente nell’antichità non potevano conoscere ed avere gli strumenti per identificare e definire la diversità delle varie pietre, guardandole nel dettaglio, ma si limitavano a differenziarle e descriverle in base al proprio colore, l’elemento che più di tutti catturava l’attenzione e la luce stessa, quindi l’energia.

Ecco tutti i segni zodiacali e le pietre degli stessi con una breve spiegazione circa il perché e le presunte capacità mistiche e magiche delle gemme stesse:

  • Ariete. Segno di fuoco, il primo dello zodiaco, la sua pietra è l’Eliotropo. Pietra antica, si credeva che potesse riflettere la luce (da questo deriva il suo nome, legato alla stessa radice del sole, in greco “elios”).
  • Toro. Per questo segno di terra, la pietra è una di quelle più conosciute, lo Zaffiro. Di colore blu, deriva dal coridone ed è una gemma imparentata con il rubino. Oltre a questa, il Toro ha un certo feeling con altre due pietre, di cui una è altrettanto preziosa: lo Smeraldo ed il Diaspro, pietra semipreziosa appartenente alla classe dei quarzi.
  • Gemelli. Per il segno d’aria dei Gemelli la pietrà fortunata è l’Agata. Sin dai tempi antichi questa pietra era utilizzata a mò di amuleto perché la sua particolare morfologia, a colori concentrici, la distinguevano dalle altre e la connotavano come elemento misterioso, raro, unico ed in un certo senso ipnotico.
  • Cancro. Per il segno d’acqua del Cancro la pietrà fortunata è il verde Smeraldo. Di colore intenso e profondo, questa pietra rappresenta pazienza ed amore incondizionato, elementi tipici di questo segno zodiacale.
  • Leone. Il secondo segno di fuoco dello zodiaco, il Leone, predilige l’Onice. Questa pietra ha un colore caratteristico nero e lucidissimo ed è una delle gemme più contraddittorie di tutte perché sembrerebbe possedere un dualismo intrinseco, naturale. In passato, infatti, si pensava che potesse avere influenze negative, sia a causa del colore, sia a causa della stessa presenza di elementi opposti. In realtà, così come appartiene al Leone, questa pietra rappresenta l’equilibrio armonico tra due forze opposte comunque presenti, ma conviventi.
  • Vergine. Per questo segno di terra, la Vergine, la pietra fortunata è la Corniola. Si tratta di una varietà di calcedonio che assume una colorazione rossastra legata all’alta concentrazione di ferro. Questo mix le denota una serie di sfumature e colorazioni sempre diverse, molto belle e particolarmente affascinanti, ammalianti. Nonostante questo, si addice sia ai maschi, sia alle femmine, è una pietra considerata ambivalente.
  • Bilancia. Per il segno d’aria della Bilancia, la pietra che si addice di più è il caratteristico Quarzo rosa. Questa gemma è considerata simbolo di amore, pace e tranquillità, elementi propri del segno zodiacale della bilancia, solitamente di carattere pacato e molto tranquillo.
  • Scorpione. Per quanto riguarda questo segno d’aria, la pietra zodiacale è il Berillo. Il cristallo di Berillo non ha una sola colorazione caratteristica, ma ne possiede molte, dal giallo, al giallo intenso come l’oro, fino al verde acceso. Nella cristalloterapia, questo cristallo è adoperato per provare a migliorare la concentrazione e, proprio a causa di queste caratteristiche, si adatta al segno dello scorpione, solitamente acuto, pungente e concentrato.
  • Sagittario. Il segno di fuoco del Sagittario ha come pietra zodiacale il Topazio giallo, una gemma famosissima per le proprietà benefiche, quasi addirittura magiche. La pietra simboleggia, anche a causa del colore stesso, l’amicizia vera, la fedeltà e finanche la speranza, elementi tipici dei nati sotto questo segno.
  • Capricorno. Il segno di terra del Capricorno predilige, invece, la Tormalina nera, altresì chiamata dal volgo, “la pietra del comando”. I nati sotto questo segno, infatti, tendono ad un certo grado di superiorità e voler detenere il cosiddetto bastone del comando, anche per nascondere una certa debolezza e fragilità interno. I nati sotto questo segno sono soliti essere timidi e schivi.
  • Acquario. A dispetto del nome, questo segno d’aria, ama la pietra denominata Acquamarina. La gemma è legata a doppio filo con il segno dell’Acquario perché possiede intrinsencamente un’energia calma e gentile, oltre ad avere proprietà anti-stress e caratteristiche quasi magiche nel combattere le forze avverse.
  • Pesci. L’ultimo segno dello zodiaco, appartenente all’elemento acqua, ha come pietra zodiacale l’Ametista. I pesci amano questo Quarzo viola, un cristallo particolarissimo ed utilizzato proprio a causa delle sue vibrazioni e frequenze anche nella cristalloterapia proprio per la meditazione. Così come è nella natura dei pesci, riflessivi e calmi, l’Ametista calma gli animi ed ha una forte attrazione nei confronti delle persone pacate e tranquille. Se amiamo circondarci di queste, pensiamo ad un ciondolo dunque con questa pietra.

Se volete fare un regalo gradito, dunque, pensate ai segni zodiacali dei vostri cari, o alla vostra ragazza o a vostra madre, padre, etc. e regalategli le pietre adatte, magari incastonate all’interno di un bel bracciale o una collana. Anche se non credono negli oroscopi, il fatto che gli vogliate bene e pensiate abbiano bisogno di una pietra portafortuna, garantirà un effetto psicologico molto positivo.