Home Lavoro Poste Italiane Anticipa la Cassa Integrazione. A Chi Spetta e Come Fare...

Poste Italiane Anticipa la Cassa Integrazione. A Chi Spetta e Come Fare Domanda. Modulo e Istruzioni

Il Governo per aiutare le famiglie dei tanti dipendenti che sono rimasti a casa, senza lavoro, a causa del lockdown imposto dalla pandemia del Coronavirus, ha ampliato la platea dei beneficiari per quanto riguarda la Cassa Integrazione.

La Criticità dei Tempi

Il problema, riguardo questo tipo di misura, concerne sui tempi soliti di rilascio del credito da parte dell’ente che si occupa di queste misure, ossia L’INPS. Tempi che sono molto lunghi, mesi e che le famiglie italiane non possono di certo aspettare.

Per fronteggiare questa criticità e consentire alle persone di accedere alla liquidità necessaria al mantenimento delle proprie famiglie e di sé stessi, molti enti si stanno muovendo per anticipare questi soldi ai lavoratori. Le banche si stanno muovendo e organizzando in tal senso, alla pari di Poste Italiane.

Le Poste Italiane, dopo l’accordo previsto da Decreto con sindacati e INPS, anche grazie alla partnership con BNL Finance, anticiperà ai beneficiari il denaro della Cassa Integrazione Ordinaria e di quella in Deroga, se ne faranno richiesta.

Poste Italiane anticiperà i soldi ai lavoratori titolari di questo tipo di misure che lo richiederanno, sempre che siano in possesso di particolari requisiti stabiliti ex ante dall’accordo sottoscritto con le parti sociali. Cerchiamo di capire chi ha diritto a questo anticipo e come fare per ricevere i soldi.

A Chi Spetta

La possibilità di richiedere alle Poste Italiane l’anticipo della cassa integrazione è riservato solamente alle persone che posseggono determinati requisiti, ovvero i lavoratori che:

  • Sono titolari di un Conto BancoPosta o di una carta PostePay Evolution;
  • Hanno accredito lo stipendio sul conto corrente di cui sono titolari, ovvero sulla carta ricaricabile con codice IBAN integrato (la PostePay Evolution dà quest’opportunità);
  • Hanno un datore di lavoro che ha già agito per fare domanda dell’assegno comprensivo dei trattamenti di integrazione salariale ordinaria o in deroga, ossia ha già richiesto il rilascio di queste misure a favore del lavoratore che fa richiesta di anticipo;
  • Non hanno già percepito l’anticipo della Cassa Integrazione dal datore di lavoro (in tal caso decade il diritto all’ottenimento dell’anticipo da parte di Poste Italiane, come è ovvio che sia).

Il lavoratore che presenta tutti questi requisiti potrà agire per richiedere l’anticipo della cassa integrazione mediante un prestito a Poste Italiane. Un prestito che non costerà nulla al lavoratore stesso perché sarà l’INPS a incaricarsi della restituzione. Si tratta solo della forma elaborata per far arrivare subito i soldi liquidi a chi ne ha diritto e fa richiesta seguendo. Richiesta che va fatta esclusivamente online, anche in ragione del Coronavirus.

Fare Domanda: Documenti e Moduli Necessari

Per poter richiedere l’anticipo della cassa integrazione e veicolare la domanda di accesso a questo beneficio, occorrono alcuni documenti di cui dovremo essere in possesso. Prima di procedere, verifichiamo di avere:

  • Documento di Riconoscimento Valido, ossia non scaduto (saranno considerati validi anche quelli scaduti dopo il 31 gennaio 2020 vista l’impossibilità di muoversi per rinnovarli). Va utilizzata una copia digitalizzata fronte retro di un Carta d’Identità, una Patente di Guida o un Passaporto;
  • Tessera Sanitaria per il Codice Fiscale;
  • Permesso Soggiorno (solamente in caso il richiedente sia un lavoratore straniero);
  • Ultima Busta Paga in cui sia presente anche l’IBAN intelligibile, ossia il codice del conto corrente o della Postepay Evolution sul quale sarà versata la somma anticipata;
  • Attestato dell’INPS dove si evince la richiesta fatta di accesso alla Cassa Integrazione da parte del Datore di Lavoro in modalità telematica all’ente. La ricevuta della richiesta insomma.
  • Modulo Richiesta Anticipo Cassa Integrazione Guadagni (clicca per il modulo e avviare il download tramite il pulsante apposito) compilato e firmato con il supporto del proprio datore di lavoro.

Come Fare Richiesta

Una volta predisposti e preparati tutti i documenti, nonché compilati i moduli in ogni campo, dovremo inviare la nostra richiesta telematicamente accedendo al sito web delle Poste Italiane nella pagina dedicata all’Anticipo della CIG (clicca qui per connetterti direttamente alla pagina web indicata).

Una volta aperta la pagina in un browser web, dovremo seguire questi passi:

Una volta che avremo inviato a Poste Italiane la nostra richiesta di anticipo della CIG, riceveremo una e-mail sullo stato di lavorazione della pratica. Dopo l’analisi da parte degli enti preposti al controllo preventivo sulla bontà delle dichiarazioni e sulla sussistenza al diritto di questo beneficio, riceveremo, in caso di esito positivo e in tempi rapidi, il denaro accreditato direttamente sul conto BancoPosta ovvero sulla PostePay Evolution indicato come strumento disponibile.