Pressione Alta, cosa mangiare e cosa evitare, sostituire il sale con spezie e erbe aromatiche

Pressione Alta, cosa mangiare e cosa evitare, sostituire il sale con spezie e erbe aromatiche

Il sale viene utilizzato quasi sempre in cucina, è un ricco insaporitole per gli alimenti ma bisogna fare attenzione a non eccedere, soprattutto se si soffre di ipertensione.

Chi soffre di ipertensione, e quindi soffre di pressione alta, dovrebbe limitare il consumo del sale, meglio ancora se riuscisse ad eliminarlo completamente dal proprio regime alimentare.

I ricercatori hanno confermato con diversi studi che il sale ed il cloruro di sodio presente in diversi alimenti, aumentano la pressione arteriosa. Questo è un vero e proprio problema perché la pressione alta può favorire l’insorgere di patologie più pericolose come l’ipertensione e l’insufficienza renale.

Diversi medici ed alcune associazioni hanno stabilito la quantità massima di sodio giornaliera, presente nel sale, che il nostro organismo non dovrebbe superare. Per non avere alcun tipo di complicazione, non si dovrebbe consumare meno di 3,7 grammi di sale al giorno.

Nonostante i vari allarmi dati da medici e associazioni si abusa spesso del consumo di sale. Ben più peggiore è la situazione quando non si apporta al nostro organismo del potassio, sostanza in grado di riequilibrare, almeno parzialmente, la pressione arteriosa e che fa bene a cuore e reni.

Se si pensa di esagerare con il sale quindi, o con il consumo di prodotti contenenti sale o sodio, si consiglia di apportare del potassio. Ma la soluzione migliore resta sempre quella di evitare il sale il più possibile e di mangiare cibi sani senza condimenti.

Purtroppo il cibo industriale è ricco di sale. Basta pensare agli alimenti confezionati, troviamo il sale nel pane, nelle salse, negli insaccati, nei formaggi, nei cibi precotti ed in quelli impanati. In caso di ipertensione questi sarebbero tutti alimenti da evitare, si dovrebbe preferire mangiare frutta secca, banane, carne, pesce fresco, legumi e funghi, tutti alimenti contenenti potassio. Anche il cioccolato è un alimento indicato, purchè sia fondente.

 

Sostituire il Sale con le Spezie

Non dimentichiamo poi le spezie, alimenti che possiamo usare per insaporire le nostre pietanze e che se utilizzate con moderazione possono fare bene al nostro organismo.

Pensiamo ad esempio all’aglio ed alla cipolla, due alimenti con proprietà benefiche molto simili, ricchi di sali minerali e di vitamine, ci aiutano con la loro azione antiossidante ed antinfiammatoria e riducono la ritenzione idrica ed eventuali problemi cardiovascolari.

Il pepe nero è un ottimo alimento contro la pressione alta, aiuta a digerire, protegge i reni ed è un vero e proprio antinfiammatorio naturale.

L’origano è forse la spezia migliore da utilizzare per sostituire il sale. E’ in grado di apportare gusto ai nostri piatti e contiene sali minerali e vitamine. Un ottimo alleato per l’apparato digerente e per le nostre vie respiratorie.

Il cumino ha davvero tanti benefici. Le sue proprietà sono utili per contrastare il colesterolo, è un ottimo integratore di ferro ed è utile contro l’ossidazione delle ossa.

La curcuma è un’altra spezia utile per condire i propri piatti a tavola con gusto. Le sue proprietà benefiche riescono ad aiutare il fegato e lo stomaco, contrastano il colesterolo e ci aiutano durante la fase digestiva. E’ anche un ottimo antibatterico ed antinfiammatorio.

 

Sostituire il Sale con le Erbe Aromatiche

Oltre alle spezie, il sale può essere sostituito con tante erbe aromatiche. Troviamo lo zafferano, la noce moscata, il prezzemolo e il peperoncino oltre che il timo, la menta, l’alloro ed il dragoncello.

Quando si pensa che non ci siano altri alimenti in grado di condire i piatti come con il sale, ricordiamoci che esistono tante spezie ed erbe aromatiche.