Home Salute Qual è l’Animale più Pericoloso al Mondo

Qual è l’Animale più Pericoloso al Mondo

Zanzara

Quando Bill Gates commissionò la ricerca a studiosi e scienziati affinché stilassero la classifica degli animali più pericolosi al mondo, forse nemmeno lui si attendeva un simile risultato, davvero particolare.

Di solito, sin da piccoli, crediamo che gli animali feroci siano quelli grossi, famelici e molto aggressivi, dai quali è sempre meglio tenersi alla larga: in realtà molte altre specie riescono ad essere maggiormente pericolose proprio perché in massa ed altre ancora sono naturalmente e fisiologicamente nocive.

In base alla classifica stilata, lo squalo bianco, il più grande carnivoro e predatore del mare, è “solo” al quindicesimo posto: prima di lui troviamo coccodrilli, ippopotami, elefanti, leoni e lupi. Fin qui nulla di particolare.

Ai piedi del podio, quarto posto, c’è un’animale piccolissimo, ma molto temibile: la cimice assassina portatrice della malattia di Chagas, al quinto le lumache killer che causano la schistosomiasi ed a seguire il famoso verme solitario che può crescere e parassitare nell’intestino dell’ospite, nutrendosi della vitamina B12 e di altri elementi, anche per metri e metri.

Al quinto posto troviamo la mosca tse tse che provoca la famosa malattia del sonno, chiamata in gergo scientifico “Tripanosomiasi Africana”, mentre al quarto, purtroppo, c’è il miglior amico dell’uomo, seppur in una condizione spiacevole: i cani con la rabbia.

Il bronzo va di diritto ai serpenti che, strisciando in tutto il mondo, possono provocare molte vittime a causa del morso mortifero con l’inoculazione del veleno, ovvero la stretta mortale. Per non parlare dell’Anaconda, in grado d’inghiottire intere prede.

L’argento è tutto di casa: l’uomo è un animale pericolosissimo. Mediamente uccide 475.000 persone l’anno tra omicidi e guerre. Un risultato di cui non andare certamente fieri.

La medaglia d’oro, invece, va ad un animale che si trova molto vicino a noi, soprattutto in questo periodo estivo: la zanzara. La creatura ematofaga (ossia si nutre di sangue), è il veicolo preferito per batteri e virus proprio a causa della sua natura.

La zanzara è capace, tramite il suo morso, d’infettare le persone e provocare patologie molto gravi come la febbre dengue, la febbre gialla ovvero l’encefalite ed il virus del Nilo, oramai presente anche da noi, in Italia.

Per non dimenticare la regina delle malattie legata alle zanzare: quella malaria che uccide più di 600.000 persone l’anno ancora oggi e provoca miliardi di dollari di danni per la mancata produttività annuale.

Il 20 agosto è il World Mosquito Day, la giornata nella quale nel 1897 Sir Ronald Ross identificò la zanzara femmina come causa eziologica (o meglio veicolo portatore) della malaria.

Istituita su iniziativa di istituzione e Organizzazioni Non Governative (acronimo ONG) per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malaria. In base ai dati emersi dalle statistiche, nel 2017 la malaria ha causato circa 435mila morti sui 215 milioni di casi diagnosticati in tutto il mondo.

L’epimediologia del male si concentra in 11 paesi, situati nella zona africana (10) e nell’India, dove in alcuni villaggi le condizioni igienico-sanitarie contribuiscono all’insorgenza della malattia.

Tra le varie armi e tecnologie disponibili per contrastare le zanzare, ultimamente si è pensato di utilizzare le zanzare stesse, reintrodotte in natura dopo esser state geneticamente modificate mediante ingegneria genetica ovvero esposte a radiazioni o batteri con lo stesso fine ultimo di modifica del DNA. Queste zanzare sterili, consentirebbero di controllare la popolazione mondiale e finirebbero per debellare del tutto la loro esistenza, se male utilizzate.

Una possibilità da scartare, visto il ruolo che hanno le stesse zanzare nella catena alimentare e l’omeostasi presente sul pianeta animale

Forse, un zanzara salverà il mondo. Intanto ecco la classifica dei quindici animali più pericolosi stilata dalla Fondazione di Bill Gates:

  1. Zanzare (725mila vittime l’anno).
  2. Uomini (475mila)
  3. Serpenti (50mila).
  4. Cani con la Rabbia (25mila).
  5. Mosca Tse Tse (10mila).
  6. Cimice Assassina (circa 10mila).
  7. Lumaca Parassita (circa 10mila).
  8. Ascaris Lumbricoides (Verme della Famiglia delle Ascaridi) 2.500 vittime l’anno.
  9. Tenia Solis (Verme Solitario) 2.000 vittime l’anno.
  10. Coccodrillo (1.000).
  11. Ippopotamo (500).
  12. Leone (100).
  13. Elefante (circa 100).
  14. Lupi (10).
  15. Squalo (circa 10).