Site icon Lezioni Europa

Quale Facoltà Scegliere, l’Università Giusta per non Restare Disoccupati

Quale Facoltà Scegliere, l'Università Giusta per non Restare Disoccupati

In questi giorni le nuove generazioni italiane sono alle prese con gli esami di maturità. Un momento nella vita dei nostri giovani che devono iniziare finalmente a prendere le decisioni in modo indipendente ed indirizzare la propria vinta investendo su sé stessi e sulle possibilità didattico-formative che concede il nostro sistema universitario.

In Italia, nonostante si dica il contrario, ci sono tantissime facoltà di indubbio valore, alcune storiche e molto antiche, mentre altre ancora si distinguono per l’innovazione e la ricerca, al di là dei pregiudizi.

Molti studenti, dicevamo, stanno affrontando l’esame di maturità e dopo l’estate alcuni di loro inizieranno ad iscriversi alle facoltà presenti sul territorio italiano, ovvero quelle estere. Alcuni hanno già le idee chiare e sono indirizzati quanto meno verso un segmento specifico di materie, mentre altri ancora navigano nel buio, attendendo consigli e idee da amici, dai dati statistici e, perché no, dalle stesse università.

Molte professioni sottintendono corsi di studi a numero chiuso e l’accesso a queste non è sempre sicuro al primo anno, data la moltitudine di domande, ma quali sono realmente le università che attualmente assicurano un lavoro una volta ottenuta l’agognata laurea? Quali studi daranno una certezza al giovane che s’impegnerà per anni studiando materie di cui è appassionato per poi magari trovarsi impelagato a cercare un lavoro senza prospettive, rimanendo poi disoccupato?

Vediamo quali sono le tre lauree che, in base alle statistiche attuali, garantiscono una maggiore percentuale di realizzazione lavorativa, fermo restando il fatto che ognuno dovrebbe e potrebbe seguire le proprie passioni anche investendo sull’estero, come fanno tanti italiani oramai. Nel dettaglio, abbiamo:

Exit mobile version