Home Intrattenimento Quando Andare in Vacanza in Islanda, qual è il periodo Migliore per...

Quando Andare in Vacanza in Islanda, qual è il periodo Migliore per Visitare l’Isola

Quando Andare in Vacanza in Islanda, qual è il periodo Migliore per Visitare l'Isola

In Europa esiste un’isola che grazie ai suoi paesaggi prettamente vulcanici, i suoi campi di lava, lo spettacolo offerto dai geyser e le terme è un posto molto suggestivo, ovviamente stiamo parlando dell’Islanda, che sicuramente una visita la merita. Ma quando andarci in vacanza?

Per decidere di andare in vacanza in Islanda non esiste una stagione migliore rispetto alle altre, in quanto (valutando ovviamente tutti i pro e i contro) quest’isola è bellissima in tutti i periodi dall’anno:

 

Inverno

Innanzitutto bisogna sapere che le ore di luce sono sensibilmente ridotte, in quanto a Reykjavík (la Capitale) ne sono disponibili circa 4-5 nell’arco della giornata, le quali sposandosi verso Nord diminuiscono ancora.

Senza contare che non è nemmeno il periodo adatto per chi non apprezza particolarmente il freddo, perché le temperature minime generalmente si aggirano intorno ai -2/0 °C mentre le massime vanno dai 2 ai 4 °C.

Per questo motivo non è consigliabile girare con il Camper o visitare l’isola avendo solo pochi giorni a disposizione, in quanto a causa delle bassissime temperature può capitare che alcune strade vengano chiuse, con la conseguenza che diventerebbe difficoltoso visitare tutto.

Nonostante questo però i vantaggi sono molteplici e non solo perché i prezzi sono sensibilmente più bassi, infatti in questo periodo dell’anno è possibile:

  1. Godere della vista mozzafiato offerta dalle spiagge vulcaniche ricoperte di neve e dai campi di lava completamente ghiacciati
  2. Vedere l’Aurora Boreale

 

Autunno

Almeno fino alla metà di Ottobre benché le temperature tendono a scendere restano comunque accettabili e, a differenza dell’Invero le ore di luce a disposizione sono un pochino più lunghe anche se, ovviamente, le giornate tendono ugualmente ad accorciarsi.

Inoltre i turisti iniziano ad abbandonare l’isola, quindi per chi non ama particolarmente la confusione è uno dei momenti ideali per evitare l’affollamento, anche i prezzi incominciano ad abbassarsi e, soprattutto, anche l’Aurora Boreale inizia a farsi vedere.

Un grandissimo svantaggio però è che durante la notte, purtroppo, le temperature scendono molto sensibilmente e, il clima di conseguenza diventa così imprevedibile che forse è meglio evitare di utilizzare il Camper, giusto per non dover poi trovarsi a passare delle vere e proprie nottatacce.

 

Primavera

Se qui da noi in Italia la Primavera incomincia ufficialmente il 21 di Marzo, in Islanda invece non prende il via almeno fino al mese di Aprile dove non solo le giornate iniziano allungarsi, ma anche le temperature finalmente tendono ad alzarsi con in minimo di –2/4 °C e un massimo di 3/10 °C.

Però, è importantissimo tenere sempre a mente che Marzo e Aprile di per sé sono dei mesi che si possono considerare un po’ imprevedibili, in quanto effettivamente in Islanda si può parlare di Primavera solo a Maggio.

Inoltre, in questo periodo dell’anno non solo i prezzi sono ancora relativamente accessibili ma non ci sono nemmeno tantissimi turisti e, questo vuol dire che se si approda sull’isola tra Marzo e Aprile si può vedere l’Auro Boreale e visitare il festival della birra in tranquillità.

 

Estate

La stagione sicuramente più calda, visto che le temperature minime toccano i 7/9 °C e le massime possono addirittura arrivare fino ai 12/14 °C, ovviamente nelle giornate in cui non si manifesta la presenza del vento e, soprattutto, le ore di luce sono decisamente più lunghe.

Senza contare che è anche possibile accedere alle strade sterrate interne che nei mesi freddi, a causa delle condizioni climatiche avverse, sono chiuse e si possono anche visitare senza nessun problema le Highlands (che generalmente sono ancore accessibili verso Settembre/Ottobre).

Però in questo periodo dell’anno si può andare incontro anche ad alcuni svantaggi, come ad esempio:

  1. La massiccia presenza dei turisti che si troveranno praticamente in ogni luogo di maggiore interesse
  2. I prezzi decisamente molto più cari
  3. Il sole che non tramonta quasi mai e, che potrebbe causare un po’ di disturbo specie nelle ore notturne compromettendo il sonno
  4. Non è possibile ammirare l’Aurora Boreale.