Home Intrattenimento Recensione de “La Paura del Male”, il primo libro di Maria Lucia...

Recensione de “La Paura del Male”, il primo libro di Maria Lucia Caparelli

Recensione de La Paura del Male, il primo libro di Maria Lucia Caparelli

Dal 16 Maggio 2020 in libreria è possibile trovare un’opera davvero molto interessante, ovvero “La paura del male” il primo libro scritto da Maria Lucia Caparelli ed edito da “Segreti in Giallo“, nello specifico si tratta di una raccolta di racconti con storie e personaggi diversi dove il comun denominatore è caratterizzato dai risvolti paranormali.

La Recensione de “La paura del male”

Prima di pubblicare “La paura del male” con la Casa Editrice “Segreti in giallo” Maria Lucia Caparelli aveva già scritto altri due libri, i quali sono stati messi in commercio su Amazon tramite il Self-Publishing, per chi non lo sapesse si tratta del metodo che consente a un autore (soprattutto se esordiente) di auto pubblicare le sue opere.

Come abbiamo già anticipato sopra, il suo nuovo libro la Caparelli ha voluto creare una raccolta di racconti in cui compaiono storie e personaggi diversi, i quali tra l’altro devono anche compiere alcune missioni ben precise ma il punto forte dell’opera è la sua caratterizzazione, ovvero la creazione di un’ambientazione dai toni paranormali.

Tra l’altro questo libro si differenzia molto da altri dello stesso genere, infatti l’autrice è stata davvero molto brava a evitare di romanzare troppo la storia, in quanto in questo modo ha saputo dare alla struttura della sua opera una crudezza maggiore ma non solo, infatti anche l’impatto per il lettore è decisamente molto più alto.

Anche la descrizione dei personaggi è stata magistrale, infatti la Caparelli non ha aggiunto nessun dettaglio che li potesse rendere migliori di quello che in realtà sono, perché la loro descrizione è rimasta fedele alle caratteristiche che dovrebbero possedere, ovvero:

  • La spietatezza
  • L’imprevedibilità
  • L’ambiguità
  • L’alone di mistero

Questa volta non ci troviamo davanti al classico romanzo dark horror, di cui il mercato letterario è pieno, con “La paura del mare” si ci trova per le mani un romanzo che pur parlando di creature soprannaturali possiede senza ombra di dubbio una marcia in più e, gli appassionati del genere, potrebbero sicuramente trovarlo interessante.