Home Economia Personale REM, Reddito d’Emergenza fino a 840€ ma a quali condizioni?

REM, Reddito d’Emergenza fino a 840€ ma a quali condizioni?

Reddito Emergenza

All’interno del Decreto Rilancio, il quale è stato approvato e firmato lo scorso 19 Maggio dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è contenuto il testo che consente di percepire con il Reddito di Emergenza, solo in alcuni specifici casi, un importo fino agli 840 Euro.

 

Le circostanze che possono portare a percepire fino ad 840 Euro di Reddito d’Emergenza

Per erogare il Reddito di Cittadinanza il Governo utilizza la stessa scala di equivalenza applicata per il Reddito di Cittadinanza, ovvero questo vuol dire che ogni membro del nucleo familiare dopo il primo sopra ai 18 anni ha un peso di 0,4, mentre nel caso in cui si avessero due figli (o parenti a carico) minorenni il loro peso sarebbe di 0,2.

Questa scala però in circostanze può essere abbattuta, ovvero passa da 2,4 a 2,1 nel caso in cui il nucleo familiare sia composto da due adultidue minori e con la presenza di un disabile la cui condizione, definite dall’Isee, sono considerata grave oppure di non autosufficienza.

Sostanzialmente, il sussidio percepito con il Reddito di Cittadinanza va da un minimo di 400 Euro fino a un massino di 800 Euro, il quale è strettamente correlato in relazione al nucleo familiare, ripartito in questo modo:

  • 400 Euro per chi vive da solo (single)
  • 560 Euro per chi è in coppia
  • 640 Euro per un solo genitore con a carico un figlio minorenne
  • 720 Euro per una famiglia con a carico due figli
  • 800 Euro per una famiglia con a carico più di figli

Dal mese in cui viene effettuata la richiesta per il Reddito di Emergenza si ha diritto a ricevere il sussidio per due mensilità, ovvero questo vuol dire che nel caso la domanda sia stata fatta alla fine di Maggio 2020 saranno coperti questo mese più quello di Giugno, mentre se è stata fatta a Giugno l’erogazione avverrà per il mese corrente e Luglio.