Home Economia Personale Rinviate le Sanzioni per gli Esercenti Senza POS

Rinviate le Sanzioni per gli Esercenti Senza POS

Rinviate le Sanzioni per gli Esercenti Senza POS

Il Governo ha preso la sua decisione: non è corretto sanzionare gli esercenti che non possiedono un POS se prima non si prendono degli accordi con i vari istituti bancari per abbassare il costo delle commissioni.

Nel Decreto Fiscale 2020, collegato alla prossima Legge di Bilancio, era inclusa la norma che prevedeva delle sanzioni per tutti gli esercenti che non erano dotati di POS. Per fortuna però il Governo ha deciso di rinviare le sanzioni e di applicarle solo dopo aver preso nuovi accordi con gli istituti bancari.

 

Sanzioni

Come già detto, ne abbiamo già parlato anche qui, per il momento non ci saranno sanzioni. All’interno del Decreto Fiscale le sanzioni erano già previste. Secondo l’articolo 23 i trasgressori avrebbero dovuto pagare una sanzione fissa pari a 30€ ed una pari al 4% dell’importo che sarebbe stato dovuto pagare tramite carta di credito o Bancomat.

Le sanzioni sarebbero iniziate a partire dal prossimo luglio, ma allo stato delle cose, ogni tipo di sanzione è stata rinviata a data da definirsi.

 

Si tratta solo di un Rinvio

Non bisogna pensare che la sanzione sia stata eliminata per sempre. Si tratta infatti solo di un rinvio.

Prima o poi per esercenti e professionisti arriverà il momento in cui dovranno dotarsi di un POS.

Il Governo si sta infatti adoperando per trovare degli accordi con gli istituti di credito. Lo scopo sarebbe quello di abbassare le commissioni che il commerciante paga alle banche per ogni volta che un cliente decide di saldare quanto dovuto tramite un pagamento elettronico.