Home Salute Soluzione o Acqua Fisiologica a cosa serve

Soluzione o Acqua Fisiologica a cosa serve

Soluzione o Acqua Fisiologica a cosa serve

All’interno degli ospedali, molto di frequente, viene utilizzata la Soluzione o Acqua Fisiologica che più precisamente è una flebo di Cloruro di Sodio, conosciuta anche con il nome di Soluzione Salina, al cui interno è contenuta dell’acqua purificata. Ma a cosa serve? Scopriamolo insieme in questo articolo.

 

A Cosa Serve

Come abbiamo già accennato sopra la Soluzione o Acqua Fisiologica è composta al 0.9% dal Cloruro di Sodio, vale a dire circa 9 milligrammi per acqua purificata e il suo utilizzo viene impiegato generalmente per:

  • Le pratiche di igiene di irrigazione nasale
  • Per le infusioni intravena
  • Per riempire le protesi
  • Per pulire le lenti a contatto

Ovviamente, è bene sapere che in base al contesto in cui viene utilizzata, la Soluzione Salina,  possiede delle differenti concertazioni.

 

Soluzione Isotonica

In alcuni contesti, più precisamente quando è opportuno ricorrere a una tecnica di reidratazione, si può parlare anche di Soluzione Isotonica la quale viene utilizzata prevalentemente quando diventa indispensabile ricorrere a una terapia intravenosa.

Ovvero, questa specifica terapia viene applicata nel momento in cui ci sia un paziente che, per qualunque motivo, non possa assumere per i liquidi per via orale e di conseguenza presenti una preoccupante quanto pericolosa disidratazione cronica.

Questo vuol dire che si decide di utilizzare la Soluzione Isotonica (che riesce a garantire i livelli di sicurezza standard più elevati in assoluto) nel momento in cui, la disidratazione, raggiunge un livello di criticità tale da mettere a serio rischio la normale circolazione del sangue.

La quantità da somministrare, ovviamente, varia a seconda dei casi e soprattutto in base alle condizioni del paziente, anche se solitamente è estremamente difficile che la dose data a un soggetto adulto sia inferiore a 1 e mezzo e superiore ai 3 litri giornalieri.

 

Altri Usi

L’utilizzo della Soluzione o Acqua Fisiologica in ambito medico è davvero molto vasta, infatti poco sopra abbiamo detto che si può impiegare anche per l’igiene di irrigazione nasale, oppure se si preferisce i lavaggi nasali. Infatti, non a caso la Soluzione Salina si rivela estremamente utile quando si presentano:

  •  Infezioni e/o infiammazioni alle prime vie aree

Ma non solo, in quanto può anche essere utilizzata per:

  • Pulire le ferite e/o le abrasioni senza pericolo che il liquido, entrando a contatto con la pelle, possa pungere oppure bruciare
  • Fermare episodi emorragici che possono causare delle forti perdite di sangue
  • Contrastare la disidratazione causata da serie patologie come ad esempio la Chetoacidosi Diabetica e la gastroenterite grave
  • Diluire i farmaci che hanno una composizione tale che non gli consente di essere somministrati attraverso l’iniezione
  • Raffreddore gli strumenti chirurgici che in sala operatoria vengono utilizzati quando si effettuano operazioni specifiche

Come abbiamo potuto vedere la Soluzione o l’Acqua Fisiologica è un prodotto davvero molto versatile ed estremamente utile, che a seconda delle esigenze del momento può essere impiegata per diversi scopi, anche se principalmente serve per la reidratazione.  Quindi, non è sorprendente che in ambito medico la Soluzione Salina sia utilizzata praticamente di frequente.