Sospensione Pagamento Premio RC Auto Causa Coronavirus: Chi ne Ha Diritto

Sospensione Pagamento Premio RC Auto Causa Coronavirus Chi ne Ha Diritto

La sospensione del pagamento riguardo il premio semestrale o annuale da pagare per avere la copertura obbligatoria per quanto concerne la mobilità stradale, la cosiddetta RC Auto, sta per divenire realtà e appannaggio di tutti coloro che abitano in Italia, non solo dei cittadini che facevano parte della zona “rossa”.

La Situazione


Il Coronavirus si è diffuso in tutta Italia e tutte le regioni nonché le province e finanche le isole hanno dei casi da gestire e per questo il consiglio è sempre l’unico possibile, ovvero di restare a casa, ribattezzato sui social con l’hashtag #restateacasa.

Il Governo, memore di quanto sta accadendo, sta varando misure urgenti e straordinarie con  effetto immediato per tutte quelle fasce di popolazione che più di tutte soffriranno questo blocco delle attività produttive e dell’economia, nonché del lavoro.

Se del rinvio di Cartelle Esattoriali e dei controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate abbiamo già parlato, una delle misure tanto attesa riguarda proprio la proroga per il pagamento del premio RC Auto che per alcuni cittadini italiani scade proprio in questo periodo.

Pagamento Premio RC Auto Slitta

Gli automobilisti con polizze in scadenza tra il 21 febbraio e il 30 aprile, dunque, hanno già avuto modo di usufruire di questa proroga nelle zone rosse con lo slittamento del pagamento:  32.594 auto circolanti, dunque, ma la misura ora diventerà di carattere nazionale.

Nelle prossime ore, infatti, dovrebbe essere ufficiale l’estensione della proroga al pagamento inerente la polizza RC Auto a tutti gli italiani in questo periodo difficile, ovvero tra il 21 febbraio e il 30 aprile con scadenza contestuale.

Dai dati riportati dalla Motorizzazione Civile, i veicoli circolanti in Italia sono circa 39 milioni e, in base alle stime fatte dal sito Facile.it, la sospensione del pagamento del premio RC Auto a causa del Coronavirus nel periodo oggetto (21 febbraio-30 aprile) e lo slittamento successiva, dovrebbe riguardare il 20,5% sul totale delle auto, ovvero 7,9 milioni di automobilisti agevolati in base a questa misura straordinaria.

RC Auto Familiare

Oltre a questa possibilità straordinaria, si ricorda che questo Governo ha istituito nella Manovra Fiscale promossa a fine 2019 un nuova possibilità inerente l’assegnazione della classe di merito, la cosiddetta RC Auto Familiare.

In continuazione di quanto previsto dal Decreto Bersani, dal 16 febbraio 2020, sia sui nuovi contratti sottoscritti, sia su quelli di rinnovo delle polizze assicurative contestuali, si potrà applicare la miglior classe CU di merito possibile e disponibile all’interno dello stesso nucleo familiare, a prescindere dai mezzi, siano essi motocicli oppure auto di proprietà.

Grazie a questa novità, le famiglie italiane dovrebbero ottenere un forte sconto sul premio della polizza da pagare per tutti i mezzi in possesso di uno stesso nucleo. Secondo i calcoli e le stime fornite da uno dei promotori di quest’iniziativa, il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Caso, le famiglie dovrebbero addirittura risparmiare intorno al 30/40% di quanto si paga ora.

Vedremo in futuro se i dati effettivi sui premi relativi alle polizze e sui pagamenti da effettuare, già in trend calante in Italia grazie anche alle tecnologie adottate, esempio la scatola nera, si ridurranno davvero in modo così drastico grazie a questa soluzione.